John Millman e la sconfitta con Rafael Nadal: “Una violenza inarrestabile”


by   |  LETTURE 19349
John Millman e la sconfitta con Rafael Nadal: “Una violenza inarrestabile”

L’australiano John Millman ha fallito la difesa dei quarti di finale degli Us Open dello scorso anno: al primo turno dell’edizione corrente è stato infatti sconfitto con un netto 6-3 6-2 6-2 dal numero 2 del mondo Rafael Nadal.

Tuttavia, il tennista di Brisbane ha affermato di non voler scambiare con niente al mondo la sconfitta patita contro il campione iberico: “Ho pur sempre una storia da raccontare. Sicuramente una bella storia”. E di storie da raccontare il trentenne Millman ne ha sicuramente: l’australiano è infatti uno di quei pochi giocatori a poter dire di aver affrontato tutti i più forti tennisti degli ultimi anni: Roger Federer (che ha anche sconfitto dodici mesi fa), Rafael Nadal, Novak Djokovic e Andy Murray: “Quanto sono fortunato nella mia carriera? Ho giocato contro tutti i giocatori più forti sui palcoscenici più importanti del mondo.

E’ questo quello che ti capita quando finisci in un sorteggio disastroso, ma in realtà non ti ricordi dei primi o secondi turni contro giocatori che non sono ad un livello come quello. Però ti ricordi sicuramente degli altri ed è su di loro che le persone ti fanno domande ed è di loro che vogliono sapere”.

Sulla sua recente partita con Nadal, Millman ha quindi commentato: “E’ veramente difficile. E’ inarrestabile. Una sorta di violenza senza fine. E’ come un incontro di boxe in cui vieni colpito ancora e ancora e non ti puoi lasciare andare.

C’è stato un momento in cui volevo solamente salire sul tabellone del punteggio nel terzo set. Quando sei 4-0 sotto con Nadal, sei un po’ nei guai”.