Rafael Nadal annuncia la seconda edizione del Challenger di Maiorca


by   |  LETTURE 2090
Rafael Nadal annuncia la seconda edizione del Challenger di Maiorca

Sedici anni fa, nell’ormai lontano 2003, Rafael Nadal vinceva il suo secondo titolo Challenger in quel di Segovia, dopo il primo successo avvenuto a Barletta. Con la vittoria in Spagna, Nadal si assicurava per la prima volta l’ingresso nei primi 50 del ranking: il resto è storia.

Lo spagnolo, da adolescente, si è fortemente servito del circuito Challenger per immagazzinare partite ed esperienza e guadagnare così preziosi punti ATP, che lo hanno aiutato a scalare la classifica mondiale.

Oggi, il numero 2 del mondo si augura che anche la prossima generazione di giocatori spagnoli abbia le stesse opportunità di cui ha potuto usufruire lui: così, ha annunciato la seconda edizione del Challenger di Maiorca, nella sua città natale.

Nadal ha dichiarato: “Vogliamo rendere l’evento divertente e dinamico, così che gli appassionati di tennis abbiano l’opportunità di goderselo ad un livello molto alto. L’idea è anche che i fan possano godersi i numerosi eventi del torneo, in modo che diventi un evento sociale e che loro possano qui essere intrattenuti.

Il fatto che l’ammissione sia gratuita rende più semplice alle persone godere del tennis”. Nel 2018 si è tenuta la prima edizione del Challenger maiorchino, che ha visto trionfare l’australiano Bernard Tomic sul tedesco Matthias Bachinger.

Per l’edizione ventura si conosce già il nome di un futuro concorrente: si tratta del giovanissimo Carlos Alcarez, che ha ricevuto una wild card. A solo sedici anni, lo spagnolo è il più giovane ad essere presente nella classifica ATP.

Nadal ha discusso dell’importanza di tornei come questo in una conferenza nella sua Accademia: “Quando ero più giovane ho avuto la fortuna di giocare tornei Futures qui in Spagna e non ho avuto bisogno di viaggiare molto lontano.

E’ stato un grande aiuto. Oggi, la Federazione Spagnola si sta impegnando per espandere qui i tornei Challenger. E’ veramente importante promuovere il tennis a questo livello e aiuta anche i giovani spagnoli che vogliono perseguire una carriera professionale.

Detto questo, spero che tutti apprezzeranno questo Challenger e che diventi un successo”. Appuntamento a Maiorca dal 26 agosto dunque, durante la seconda settimana degli Us Open di New York.