Carlos Moya ricorda il primo scontro diretto contro Rafael Nadal


by   |  LETTURE 2331
Carlos Moya ricorda il primo scontro diretto contro Rafael Nadal

In una recente intervista, Carlos Moya ha ricordato il primo scontro diretto contro Rafael Nadal, risalente al secondo turno dell’edizione 2003 del torneo di Amburgo. Già in quell’occasione, Rafa ostentò le sue doti di enfant prodiges, e ad appena 16 anni rifilò un netto 7-5 6-4 all’allora numero 4 del mondo.

“ A quei tempi ero io ad essere considerato il favorito, visto che ero un Top5” ha raccontato Moya, che oggi siede nel box di Nadal. “Ma lui era già un giocatore da cui guardarsi, e infatti dette subito un assaggio di ciò che il suo gioco sarebbe poi diventato”.

Lo spagnolo ha anche rivelato un divertente aneddoto: “A quei tempi, scrivevano il nome del giocatore sulla panchina a bordo campo. Rafa entrò in campo per primo e andò a sedersi sulla mia panchina, ovviamente senza accorgersene.

Perciò gli dissi che quello era il mio posto, e che lui doveva andarsi a sedere sul suo. E non fu l’unica cosa che mi sottrasse quel giorno!” ha aggiunto Moya, ridendo. Eppure, anche dopo quell’impresa, il giovane Rafael conservò tutta l’umiltà che poi lo avrebbe caratterizzato negli anni a venire.

“Quando mi sconfisse, era molto intimidito” ha infatti ricordato il suo coach. “Disse che gli dispiaceva di aver vinto, ed io gli risposi di non preoccuparsi. Capii subito che quello per lui era solo il primo di una lunga serie di successi, ed ebbi la consapevolezza che sarebbe diventato un grande tennista. Impressione che ha poi pienamente confermato”.