Rafael Nadal: “Ho imparato a gestire meglio le sconfitte”


by   |  LETTURE 2185
Rafael Nadal: “Ho imparato a gestire meglio le sconfitte”

Il diciotto volte campione Slam Rafael Nadal si è recentemente espresso sui cambiamenti nella gestione della propria carriera professionistica, mettendone in luce i lati positivi e negativi: “Quando sei un professionista, non tutto è grandioso ma abbiamo molte persone che se ne occupano, è tutto ben organizzato e poi hai molta comunicazione quindi il futuro è garantito.

Hai sempre momenti difficili nella carriera da professionista perché non puoi passare del tempo con la tua famiglia e i tuoi amici, quindi ti devi godere solo alcune settimane libere. Quando ero più giovane e perdevo le partite, volevo tornare in campo.

Adesso ho imparato a divertirmi nei tornei. Anche se sei supportato da un team, certe volte vorresti essere in compagnia dei tuoi cari”. Alla domanda poi di cosa avrebbe fatto se non fosse diventato un campione di tennis, Nadal ha risposto che avrebbe voluto comunque lavorare nell’ambito sportivo: “Mi piacerebbe essere coinvolto negli sport.

Innanzitutto devi essere una persona rispettosa ed educata e nella maggior parte degli sport è importante avere un’educazione ed uno spirito da squadra. Lo sport te li dà. Il tennis è uno sport individuale ma se non sei in grado di lavorare in squadra, fai fatica”.

Il maiorchino ha anche detto la propria opinione circa la differenza tra una vittoria ed una sconfitta: “Negli sport, capita di perdere ogni giorno. Lo attraversi. Devi essere preparato. Se vinci, devi giocare il giorno successivo quindi non puoi essere troppo eccitato.

Se perdi, entrambe le cose, perché devi giocare un torneo nel giro di pochi giorni”. Nadal ha quindi concluso sostenendo che è giusto dispiacersi per una partita persa, “ma devi essere in grado di accettarla per lavorare e migliorare. Per me, fallire significa non aver fatto ciò che avrei dovuto per vincere una partita”.