Rafael Nadal: "Sarà dura contro Goffin, dovrò alzare il mio livello"


by   |  LETTURE 2819
Rafael Nadal: "Sarà dura contro Goffin, dovrò alzare il mio livello"

Da Parigi, il nostro inviato - Rafael Nadal ha concesso davvero le briciole nei primi due turni del Roland Garros 2019, lasciando per strada 13 game totali contro i tedeschi Yannick Hanfmann e Yannick Maden. Il fuoriclasse spagnolo non può che essere soddisfatto analizzando il suo livello di gioco, nella speranza di concludere questa cavalcata con il dodicesimo trionfo all’ombra della Torre Eiffel.

“Credo di aver giocato una buonissima partita, soprattutto nei primi due set. Nel terzo set, ad essere onesto, ho perso un po’ di concentrazione e intensità, ma alla fine non c’è stato alcuno problema e sono riuscito ad ottenere immediatamente il contro-break” – ha dichiarato il 17 volte campione Slam in conferenza stampa.

Benché sia il grande favorito per il successo qui a Parigi, il maiorchino non vuole abbassare la guardia: “Non mi piace la parola ‘facile, perché quando vinci sembra tutto facile, mentre poi quando perdi la faccenda si complica.

Bisogna mantenere sempre alta la concentrazione ed evitare cali di tensione come accaduto oggi nel terzo set”. Il numero 2 del mondo ha parlato anche del suo feeling con le diverse superfici: “Mi sono sempre divertito su tutte le superfici, anche se di solito è più divertente quando vinci.

È vero che ho vinto di più sulla terra rispetto alle altre superfici, ma mi piace giocare ovunque. Non a caso, sono stato competitivo dappertutto. A volte le persone credono che io sia un terraiolo perché ho vinto tutto sul rosso, ma ho ottenuto molto anche sull’erba e sul cemento, mentre a livello indoor ho fatto più fatica”.

Al terzo turno Rafa se la vedrà con David Goffin, un avversario decisamente più ostico rispetto a quelli affrontati fino ad ora. L’ex numero 1 del mondo è avanti 3-1 nel bilancio degli head-to-head, oltre ad essersi aggiudicato tutte e tre le sfide andate in scena sul mattone tritato (l’ultima a Barcellona lo scorso anno).

“Ci sono sempre degli aspetti da migliorare, ma per ora ho fatto abbastanza per raggiungere il terzo round. Due buone partite, ora mi aspetta un rivale molto forte, che gioca molto bene. Il suo livello è elevato, ha avuto qualche infortunio, ma è un duro.

È tempo di innalzare il rendimento, ho delle buone sensazioni e spero di riuscire a giocare al livello che mi serve. Lui è un giocatore molto ostico, ha tutti i colpi, ci conosciamo bene perché ci siamo allenati molte volte insieme. È rapido e trova dei buoni angoli, quindi dovrò fare del mio meglio” – ha concluso Nadal.