Corretja: "Nadal e Djokovic sono meno dominanti rispetto al passato"


by   |  LETTURE 5247
Corretja: "Nadal e Djokovic sono meno dominanti rispetto al passato"

Il trionfo di Rafael Nadal agli Internazionali d’Italia non ha lasciato indifferenti tre vecchie glorie del tennis spagnolo. “Non aveva bisogno di vincere a Roma per essere il favorito al Roland Garros” ha dichiarato Alex Corretja in un’intervista a EFE.

“È stato di nuovo un duro colpo per i suoi rivali, nel caso qualcuno avesse qualche dubbio. Per riguadagnare fiducia, era impossibile fare meglio; è un trionfo che arriva al momento giusto”. Ciononostante, Corretja ritiene che nè Nadal nè Djokovic siano ancora al top della condizione.

“Parigi ci farà capire tante cose, perché entrambi avranno ora il tempo di riposare. Nole ha raggiunto la finale a Roma un po’ stanco, sia mentalmente che fisicamente”. L’ex tennista spagnolo ha anche sottolineato l’importanza del tabellone a Parigi per il maiorchino.

Sarà molto importante il tabellone, sia per lui che per Novak. Entrambi sono superiori agli altri, ma il margine si è assottigliato rispetto a qualche anno fa; Thiem, Tsitsipas e Wawrinka sono più vicini”.

È d’accordo Jordi Arrese: “Avrei visto Nadal come favorito a Parigi anche se non avesse vinto a Roma, perchè è molto ambizioso e adora competere” ha detto l’ex numero 23 del mondo.

"Per Rafa, il Roland Garros è l'obiettivo principale della stagione", ha concluso Albert Costa. "La sensazione è che stia giocando molto bene, che abbia riacquistato fiducia, e questo lo rende il favorito per il Roland Garros, anche se lo era già prima.

Il torneo è comunque aperto: i suoi avversari più insidiosi sono Djokovic, Thiem, Tsitsipas e Del Potro. Loro possono creargli delle difficoltà, ma Rafa ha il tennis ideale per Parigi”.