Nadal: "Non potevo chiedere un inizio migliore sulla terra"


by   |  LETTURE 2073
Nadal: "Non potevo chiedere un inizio migliore sulla terra"

Rafael Nadal sta esprimendo un ottimo tennis nel Masters 1000 di Montecarlo, fugando progressivamente ogni dubbio relativo alle sue condizioni fisiche. Il fuoriclasse spagnolo era stato assente per circa un mese a causa del dolore al ginocchio che gli aveva impedito di scendere in campo contro Roger Federer nella semifinale di Indian Wells.

Dopo aver lasciato due soli game al connazionale Roberto Bautista-Agut, il maiorchino ha asfaltato anche Grigor Dimitrov: “Sono molto soddisfatto di questa vittoria, dato che avevo di fronte un avversario di alto livello e mi sono sentito bene durante il match.

Credo che nel primo set abbiamo assistito ad un match di alta qualità, mentre nel secondo entrambi abbiamo cominciato a fare più errori a causa del forte vento. Quando si gioca all’aperto bisogna fare i conti con questo genere di cose e adattarsi il più rapidamente possibile” – ha dichiarato Nadal in conferenza stampa.

Il livello mostrato da Rafa nei primi due incontri alimenta il serbatoio della sua fiducia: “Sono contento di come sto giocando, soprattutto se si considera che non ho avuto affatto un sorteggio semplice. Bautista e Dimitrov sono due grandi giocatori.

Poi è sempre difficile tornare da un infortunio dopo diverse settimane in cui non hai potuto competere. Allo stesso tempo, si tratta anche di una superficie diversa, su cui non giocavo da quasi un anno. Non potevo chiedere un inizio migliore e spero di continuare a migliorare per raggiungere i miei obiettivi”.

Ai quarti ci sarà l’argentino Guido Pella: “Mi aspetto un match duro contro Pella, che sta giocando davvero molto bene quest’anno. Sono molto fiducioso e dovrò dare il massimo per cercare di portare a casa la vittoria.

Ogni successo è importante quando si tratta di acquisire sicurezza e di ritrovare gli automatismi” – ha aggiunto il 17 volte campione Slam.