Zio Toni: "Sono sempre stato molto esigente con Rafael Nadal"


by   |  LETTURE 1751
Zio Toni: "Sono sempre stato molto esigente con Rafael Nadal"

Durante una lunga intervista, Toni Nadal ha riflettuto su come sia cambiato il suo rapporto con Rafael con il passare del tempo. Toni ha interrotto la sua collaborazione con il nipote alla fine del 2017 per dedicarsi a tempo pieno all’Accademia di Manacor.

“Il mio approccio nei suoi confronti è sempre stato molto esigente, ma a volte anche basato sull’auto-responsabilità. Quando Rafa aveva 15 anni, gli dicevo quello che doveva fare perché aveva bisogno di pianificare il lavoro, ma man mano che è cresciuto è diventato abbastanza maturo per sapere cosa deve fare” – ha spiegato Toni.

Gli è stato poi chiesto se Spagna e Catalogna dovrebbero rimanere insieme o dividersi: “Personalmente ritengo che la Catalogna faccia parte della Spagna. Mi sento assolutamente maiorchino, ma anche molto spagnolo.

Condividiamo una storia comune e non capisco chi pensa che dobbiamo dividerci” – ha risposto lo zio più famoso del tennis. Toni ha mai pensato di entrare in politica? “Ho sempre avuto problemi da questo punto di vista, dato che sono molto critico.

Quindi accettare le cose senza essere in grado di discuterle sarebbe problematico per uno come me”. Reduce dal forfait prima della semifinale con Roger Federer a Indian Wells, Nadal ha già iniziato ad allenarsi sulla terra in vista del Masters 1000 di Montecarlo.