Toni Nadal: "Rafael è una persona infortunata che gioca a tennis"


by   |  LETTURE 6670
Toni Nadal: "Rafael è una persona infortunata che gioca a tennis"

In un'intervista a Cinco Dias El Pais, lo zio di Rafael Nadal, Toni, ha parlato del futuro del tennista spagnolo. "Lo vedo bene. La cosa più importante e necessaria è che si rispettino. E che Rafael, nonostante gli infortuni, voglia continuare a giocare.

Fino a quando, chi lo sa. Forse due o tre anni. Rafael non è un tennista, è una persona infortunata che gioca a tennis, e questo è molto difficile" Per Toni, avere una buona etica di lavoro è fondamentale: "Ho allenato Rafael perché diventasse un buon tennista, ma se lo avessi allenato per un'altra cosa avrei usato gli stessi metodi e principi.

Il tennis ha tante cose in comune con un'azienda. Giochi ogni settimana, vinci e si riparte da zero. Diventi numero uno e nulla ti garantisce che continuerai a fare bene nella stagione seguente. Bisogna sempre migliorare e mostrare impegno in allenamento"

Poi su cosa vuol dire il successo per lui: "Il successo non è vincere Roland Garros o US Open, il successo è migliorare. Vincere uno Slam non dipende solo da te ma dagli avversari. Non sai se ci saranno due Federer nel torneo o cinque Djokovic.

Devi preoccuparti di ciò che dipende da te, cosa posso migliorare. Puoi avere successo essendo il migliore del mondo oppure essendo il numero 100. Puoi averlo se sei il capo di Zara o se detieni una piccola azienda. Avere successo significa essere soddisfatti per ciò che si fa"