Carlos Moya:"Nadal dovrebbe evitare una nuova finale di 6 ore con Djokovic"


by   |  LETTURE 4019
Carlos Moya:"Nadal dovrebbe evitare una nuova finale di 6 ore con Djokovic"

In un'intervista con giornalisti inglesi e spagnoli Carlos Moya ha parlato dell'imminente finale degli Australian Open tra il suo giocatore Rafael Nadal e Novak Djokovic.

Moya si è espresso prima di tutto sul gioco offensivo di Rafa, migliorato in modo particolare al servizio: "Fin dal primo giorno in cui sono arrivato nel team, l'obiettivo principale è stato convincerlo che potesse giocare più aggressivo.

Ho visto la partita di sei ore che hanno giocato nel 2012, e penso che dovrebbe evitarla. Non solo per la finale in sé ma anche ciò che ci vuole per recuperare dopo e il rischio di subire un infortunio. Sappiamo che giocare punti brevi contro Novak non è facile, perché è uno dei giocatori che si muove meglio nel circuito e uno dei migliori ribattitori, ma per me Rafa ha le armi per accorciare i punti".

Djokovic conduce gli scontri diretti per 27-25. Moya ha aggiunto: "Ovviamente è la partita più probante che si possa avere. Mentalmente Rafa parte in vantaggio contro qualsiasi giocatore, ma non contro Novak.

Partite così vengono decise in 3-4 punti, come a Wimbledon. Quel giorno, i punti più importanti sono stati vinti da Novak. Qui se alcuni di quei punti vanno dalla nostra parte, credo che Rafa abbia possibilità di vincere"

È il migliore Nadal di sempre sul cemento? "Posso parlare da quello che vedo da quando sono nel team. Nel 2017 ha giocato ad altissimo livello a Pechino e Shanghai. Quest'anno a Melbourne forse sta giocando meglio.

Rispetto al 2012 e 2013 si è evoluto come giocatore ma non dico se è migliore o peggiore. Ora ha una conoscenza migliore del tennis. Sa ciò che sta facendo sempre di più e perché lo fa. È più consapevole delle cose"