Rafael Nadal: "Non sono contento perchè ho avuto momenti difficili"


by   |  LETTURE 1575
Rafael Nadal: "Non sono contento perchè ho avuto momenti difficili"

In un'intervista a Movistar Rafael Nadal ha analizzato la stagione 2018 vedendola da due prospettive. "Non posso essere felice perché ho attraversato momenti difficili - ha detto Nadal -.

I risultati sono stati molto positivi quando ho giocato, ma a causa degli infortuni ho giocato meno di ogni altro anno. Sono stato condizionato dai problemi fisici più di ogni altro mio avversario. La cosa buona è che sono tornato forte.

Non credo che sia una questione di chilometri (anni) perché quando ne avevo di meno gli infortuni c'erano lo stesso. La natura mi ha dato buone e brutte cose e gli infortuni, soprattutto al ginocchio e al piede". Parlando della possibilità di giocare le Olimpiadi di Tokyo, il 32enne spagnolo ha aggiunto: "Non lo vedo come un obiettivo prioritario.

Ho avuto la fortuna di giocare in buone condizioni ai Giochi mentre ho perso quelli di Londra. Mi piacerebbe andare a Tokyo 2020 ma non è una priorità. Giocherò finché il tennis mi rende felice e il corpo regge.

Non ho paura a parlarne perché ora non è qualcosa che ho in mente. Spero di non ritirarmi presto". Sul nuovo format di Coppa Davis: "Finitela di chiamarla la Davis di Piqué perché non aiuta la competizione.

Ho un buon rapporto con lui e quindo abbiamo parlato lo abbiamo sempre fatto in modo amichevole. Ho dato la mia opinione per apportare dei miglioramenti. Bisogna ringraziare Piqué e il suo gruppo (Kosmos) per la volontà che hanno di investire sul tennis.

Spero di giocare perché voglio essere nei tornei più importanti". Alla domanda se ci sarà un altro sportivo capace di avere il suo stesso successo, Nadal ha concluso: "Nello sport spagnolo sì.

Se io ce l'ho fatta, gli altri potranno farcela ugualmente. Nel tennis sono consapevole che la mia carriera è difficile da eguagliare ma suppongo che qualcuno, spero spagnolo, ce la farà".