Toni Nadal: "Rafa lavora come Ronaldo, Federer è come Messi"


by   |  LETTURE 2737
Toni Nadal: "Rafa lavora come Ronaldo, Federer è come Messi"

Calcio e tennis sono due mondi abbastanza distanti, avvicinati negli ultimi anni soprattutto grazie alla qualità dei fenomeni che hanno dominato nei rispettivi sport. Sembra quasi fatto apposta: Federer e Nadal di qua, Messi e Ronaldo di là. E i paragoni si sprecano.

L’ultimo ad aggiungersi alla già nutrita lista è stato Toni Nadal. In un’intervista a NRC, lo zio Toni – ormai ex coach del nipote Rafa – ha affermato ciò che molti altri prima di lui hanno detto: «Rafael ha la stessa etica del lavoro di Cristiano Ronaldo, Roger è il migliore tecnicamente, ma anche Rafael ha talento».

La tesi, già piuttosto inflazionata a essere onesti, prosegue: «Ronaldo non è solo un finalizzatore, ma possiede anche un’ottima tecnica. Il modo di giocare di Federer e Messi è brillante, ma anche Rafael ha qualità uniche, ad esempio la sua intensità non ha rivali».

Si torna poi sulla mano mancina per giocare a tennis, scelta imputata proprio allo zio Toni secondo la leggenda. «Non è stato grazie a me, quando giocava a calcio Rafael calciava col piede sinistro. Nel tennis colpiva con entrambe le mani sia il dritto sia il rovescio. Ma quanti giocatori top colpiscono bimane entrambi i colpi? Pochissimi. Per cui dovevamo fare una scelta e abbiamo deciso per la soluzione migliore».

Si è parlato poi delle accuse di doping che, più di una volta, sono state mosse nei confronti di Nadal, altro cavallo di battaglia nelle interviste: «Al mondo ci sono molti idioti – dice Toni – Il doping è totalmente contrario alla nostra filosofia, non metteremmo mai la salute di Rafael in pericolo. Vincere è importante, ma tutti sanno che Rafael è una persona corretta e non barerebbe mai coi suoi avversari», conclude Toni.