L'ATP di Vienna: "Rafael Nadal non sta bene, proviamo per Djokovic"


by   |  LETTURE 7934
L'ATP di Vienna: "Rafael Nadal non sta bene, proviamo per Djokovic"

L’ATP 500 di Vienna si disputa nella settimana precedente all’ultimo Masters 1000 stagionale (Parigi-Bercy), quando ormai tutti i migliori giocatori sono già proiettati con la mente verso le Nitto ATP Finals. Inoltre, la concorrenza del torneo di Basilea, che di solito può vantare la presenza di Roger Federer – non giova a favore del prestigioso appuntamento austriaco.

Nonostante questi dettagli rilevanti, il direttore dell’Erste Bank Open Herwig Straka è sempre riuscito a garantire un main draw di alto livello, che nell’edizione 2018 vedrà ai nastri di partenza il beniamino di casa Dominic Thiem, Grigor Dimitrov, Kevin Anderson e anche il nostro Fabio Fognini.

Il sogno di Straka sarebbe però quello di assegnare una wild card a Rafael Nadal o Novak Djokovic, ben sapendo che non sarà semplice convincerli ad appesantire ulteriormente il loro calendario in questa fase della stagione.

“Nadal partecipa ad un torneo soltanto se è al 100%, quindi ci sono poche chance che giochi a Vienna” – ha ammesso candidamente Straka. Ricordiamo che il fenomeno spagnolo dovrebbe fare il suo ritorno in campo a Parigi-Bercy, così da testare il proprio stato di forma prima di recarsi a Londra.

Esiste invece un piccolo spiraglio intorno alla partecipazione del serbo, come confermato da Straka: “Ora dobbiamo negoziare più intensamente con Djokovic, vogliamo presentare una superstar ai nostri fan”.

Il 14 volte campione Slam è in piena corsa per la vetta del ranking mondiale, e in una recente conferenza stampa a Shanghai ha lasciato aperta la possibilità di aggiungere Vienna o Basilea alla sua programmazione. A giorni si saprà la risposta definitiva.