Ancora dubbi su Nadal e Murray: inizio di stagione a rischio?


by   |  LETTURE 8641
Ancora dubbi su Nadal e Murray: inizio di stagione a rischio?

La stagione 2017 andata in archivio è stata costellata di imprese tanto spettacolari quanto inattese, come d’altronde l’elevatissimo numero di infortuni che ha costretto molti giocatori a rinunciare agli ultimi mesi dell’anno per concentrarsi sul recupero in vista dell’imminente 2018.

Tra questi figura senza dubbio Andy Murray. Lontano dalle competizioni addirittura da Wimbledon - quando fu obbligato alla resa nei quarti di finale da Sam Querrey e anche da un fastidioso infortunio all’anca che da sempre lo tormenta - il campione scozzese ha infatti deciso di ricorrere a una terapia conservativa piuttosto che all’intervento chirurgico, da molti specialisti sconsigliato per via della lunga fase riabilitativa.

Quando il ritorno sul circuito del tre volte trionfatore Slam dovrebbe essere ormai prossimo, visto che lo scozzese esordirà nel torneo di Brisbane, permangono tuttavia ancora numerosi dubbi circa la sua condizione fisica.

Svariate testate britanniche, tra cui spiccano Times, BBC e Telegraph hanno espresso preoccupazione per via del fatto che Andy si troverebbe ancora nel Regno Unito a dispetto delle premesse iniziali secondo le quali avrebbe dovuto recarsi in Australia già durante il periodo natalizio.

Lo stesso Murray ha contribuito a confutare questa ipotesi, postando sulla sua pagina Facebook una fotografia che lo ritrae durante il movimento del servizio sul Campo Centrale del Miami Open a Crandon Park.

L’impressione è dunque quella che l’ex numero uno del mondo voglia zittire certe voci, anche se non si può negare come rimangano perplessità in merito alle aspettative di tornare ad ammirare il miglior Murray, che non ha ancora giocato set di allenamento con un giocatore top 100.

Le preoccupazioni riguardano poi anche il fuoriclasse spagnolo Rafael Nadal, “reduce” dal ritiro alle ATP Finals di Londra a causa dei soliti problemi al ginocchio manifestatisi a partire dalla settimana del Masters 1000 di Shanghai.

A una settimana dal suo debutto nella tradizionale esibizione di Abu Dhabi, il maiorchino ha deciso di annullare una sessione di allenamento prevista con il portoghese Joao Sousa, come rivelato da quest’ultimo a un giornalista di una testata locale. «Non è ancora pronto ad allenarsi con me - avrebbe detto Sousa su Nadal -. Mi ha chiamato per dirmi che non si sentiva bene». Soltanto il tempo dirà se questi dubbi siano fondati oppure no, ma la sensazione è che gli strascichi di un 2017 così particolare potrebbero ripercuotersi anche sui primi mesi del nuovo anno, il cui avvio è ormai dietro l’angolo.