John McEnroe non ci sta e difende Novak Djokovic: "Non se lo merita"

La leggenda americana ha voluto mostrare il suo sostegno nei confronti del campione serbo

by Antonio Frappola
SHARE
John McEnroe non ci sta e difende Novak Djokovic: "Non se lo merita"
© Julian Finney/Getty Images

Si è parlato molto del discorso elaborato da Novak Djokovic al termine del match contro Holger Rune sul Campo Centrale di Wimbledon. Il campione serbo è convinto che alcuni spettatori abbiano sfruttato il tipico suono prodotto per supportare il danese - ovvero 'Ruuu' - in una occasione per rivolgergli dei 'Buu' gratuiti.

Con un divertente gioco di parole, il belgradese ha detto al pubblico: "A tutti i tifosi che hanno mostrato rispetto e sono rimasti stasera, mando i miei ringraziamenti dal profondo del cuore. E a tutti coloro che hanno scelto di mancare di rispetto ai giocatori e in questo caso a me, dico ‘buuuuuonanotte’ " .

John McEnroe difende Novak Djokovic: le sue parole

John McEnroe ha voluto prendere le difese di Djokovic dopo aver ascoltato alcune critiche a suo dire ingiuste. "Ha lottato contro questo tipo di atteggiamento per tutta la sua carriera.

È chiaro che è riuscito a nutrirsi di quell'energia negativa, ma è logico che detesti ricevere quel trattamento. È così bello che inizino a sostenere l'altro, ma non tengono conto del rispetto che merita un giocatore che lavora duro per il tennis da 20 anni" , ha spiegato McEnroe alla BBC.

"Ha avuto il coraggio di imbucarsi alla festa di Roger Federer e Rafael Nadal, eppure la gente non lo rispetta abbastanza. Parliamo di un ragazzo che è stato operato un mese fa e che ha fatto un miracolo per competere qui.

Perché non riceve un po' di amore e riconoscimento rispetto a un tennista( si riferisce a Rune, ndr) che non ha ancora contribuito alla crescita del tennis? Dobbiamo rispettare la sua grandezza e valorizzare il suo talento nel nostro sport.

Se mi chiedi cosa penso del suo discorso, ti dico: 'Ben fatto! ' . Non merita questo trattamento" .

John Mcenroe Novak Djokovic
SHARE