Novak Djokovic: “Ecco quando ho capito di poter fare meglio di Federer e Nadal”

Il campione serbo torna a parlare della grande rivalità nel circuito

by Redazione
SHARE
Novak Djokovic: “Ecco quando ho capito di poter fare meglio di Federer e Nadal”
© Mike Hewitt/Getty Images

C'era curiosità per vedere le sue condizioni qui a Wimbledon e Novak Djokovic ha risposto presente. Il campione serbo vince e convince, ha battuto in tre set Holger Rune ed ha raggiunto i Quarti di finale a Wimbledon.

Ora il tabellone è piuttosto interessante e la strada verso la finale è tutt'altro che impossibile, anzi. Nel post match Djokovic ha avuto una piccola polemica con i tifosi di Rune, ha parlato della questione pubblico ed è tornata sulla rivalità dei Big Three, la sua consueta battaglia contro Roger Federer e Rafael Nadal.

I tre sono i tre tennisti più vincenti di sempre ma negli anni Djokovic ha superato Federer e Nadal praticamente in quasi tutti i record e un eventuale successo a Wimbledon lo porterebbe a raggiungere Federer nel numero di vittorie sull'erba londinese, la superficie preferita dello svizzero.

In conferenza stampa Djokovic ha svelato quando ha capito che poteva superare i suoi rivali: "Primo Slam? Era il 2008 agli Australian Open. Il primo Major è sempre speciale. Ma ho impiegato tre anni per vincere il secondo, ho fatto molta fatica per capire di cosa avevo bisogno per battere in particolare Roger Federer e Rafael Nadal che stavano dominando il circuito.

Vincevano loro tutti gli Slam. Ho imparato a farlo nel modo più difficile attraverso queste rivalità con loro due. Ci sono stati dei momenti chiave nella mia carriera, come la vittoria in Coppa Davis per il mio Paese.

Portate la prima Coppa Davis in Serbia è stato speciale. Dopo ho avuto una delle migliori - se non la migliore - stagioni della mia carriera e ho conquistato tre Slam. È in quel momento che sono diventato un giocatore migliore.

Ho iniziato a credere che meritavo di essere sulla vetta e che potevo fare meglio di Federer e Nadal. Ci sono diversi livelli di traguardi nel nostro sport. Il più importante è capire come vincere uno Slam, poi come diventare numero uno e ancora come vincere più di uno Slam.

Molti giocatori non riescono a realizzare tali obiettivi. Io sono grato di essere in questa posizione e orgoglioso di tutto quello che ho realizzato. So quanto sia difficile. Zverev, per esempio, è uno di quei giocatori che meriterebbe di vincere uno Slam.

Ci è andato molto vicino agli US Open contro Dominic Thiem e quest’anno ha perso al quinto con Carlos Alcaraz. Non è facile: più tempo passa e più ci pensi. La pressione aumenta e inizi ad avere dei dubbi” .

Novak Djokovic
SHARE