Novak Djokovic ribadisce: "Quando il limite viene superato, io reagisco"

Il campione serbo ha ribadito il suo pensiero su quanto accaduto durante il match contro Rune

by Antonio Frappola
SHARE
Novak Djokovic ribadisce: "Quando il limite viene superato, io reagisco"
© Julian Finney/Getty Images

“Mi sento bene. È stato un grande match da parte mia. Penso che Holger non abbia giocato al livello che mi aspettavo. Forse anche io non gli ho permesso di sentirsi a suo agio ed essere solido da fondo campo. Ci sono stati alcuni game in cui ho salvato palle break e lui ha avuto delle occasioni per invertire la tendenza, ma credo di aver giocato alcuni ottimi punti in quelle circostanze.

Sono grato di aver superato questa sfida in tre set. Sono felice del mio tennis, anche se ci sono sempre cose da migliorare e su cui lavorare" . Novak Djokovic si è detto contento del livello espresso nell'arco dell'intera partita vinta contro Holger Rune in tre set.

Quella con il danese è stata una vittoria importante per ritrovare fiducia e che potrebbe rilanciarlo in piena corsa a Wimbledon.

Novak Djokovic ribadisce il suo punto di vista sul comportamento di alcuni spettatori

In conferenza stampa, Djokovic ha poi voluto ribadire la sua posizione su alcuni comportamenti irrispettosi adottati dal pubblico nel corso del match con Rune.

I tifosi del nativo di Gentofte tendono spesso a mettere in risalto le prime due lettere del suo cognome - ovvero 'Ruuu' - producendo un effetto sonoro davvero simile al fastidioso 'Buuu' . Il campione serbo ritiene che diversi spettatori ne abbiano approfittato proprio per rivolgere dei 'Buuu' totalmente gratuiti nei suoi confronti.

"Wimbledon dovrebbe prendere dei provvedimenti? Non so cosa possano davvero fare a riguardo. In quei momenti particolari, il pubblico ha pagato il biglietto… hanno il diritto di essere lì e tifare come vogliono.

Il modo in cui scelgono di comportarsi o supportare un giocatore dipende solo da loro. Possiamo pensare che forse un arbitro o chiunque altro potrebbe intervenire in certi momenti e calmare il pubblico. Ma non c'è molto che puoi fare, non puoi buttare fuori una parte dell'intero stadio perché si comportano in maniera irrispettosa.

Fa parte dello sport. È uno dei motivi per cui siamo qui, il motivo per cui il torneo è così importante dal punto di vista storico, per cui siamo riconosciuti a livello mondiale come tennisti. È grazie ai tifosi per l'interesse che mostrano nel guardare le partite di tennis, nel pagare i biglietti...

Lo rispetto. Cerco di riconoscere tutti i veri appassionati di tennis che rispettano davvero i giocatori. Ovviamente decidono loro il giocatore da supportare e tifare. È pienamente comprensibile. Hanno la libertà di scegliere chi sostenere durante una partita, ma se qualcuno oltrepassa il limite, reagisco.

Novak Djokovic
SHARE