"È tutt'altro che ok": Novak Djokovic preoccupato riguardo le sue condizioni fisiche

Il tennista serbo ha evidenziato problematiche durante la conferenza

by Redazione
SHARE
"È tutt'altro che ok": Novak Djokovic preoccupato riguardo le sue condizioni fisiche
© Mike Hewitt/Getty Images

Nelle prossime ore Novak Djokovic affronterà agli Ottavi di finale di Wimbledon il tennista danese Holger Rune, probabilmente il primo grande ostacolo del torneo dopo un cammino tutto sommato semplice. Il tennista serbo è apparso in questi primi giorni a metà servizio, una situazione per certi versi anche normale visto che parliamo di un tennista che si è operato al menisco meno di un mese fa ed è tornato ad allenarsi circa 15 giorni dopo, facendosi trovare pronto quindi per questo terzo e tanto atteso torneo del Grande Slam del 2024.

Djokovic poteva rinunciare e decidere di preparare al meglio le Olimpiadi ma non l'ha fatto ed ha mostrato ancora una volta tutta la sua tenacia. Per qualcuno addirittura Nole sta già benissimo ma le cose sono ben diverse da ciò che sembra e lo ha sottolineato Nole, rispondendo ad un connazionale ai microfoni di SportKlub: "Sono contento che voi pensiate che vada tutto bene, in effetti è così che dovrebbe essere, ma la realtà è ben diversa, è tutt'altro che tutto ok.

Certo, mi sono mosso meglio rispetto alle prime due partite, sto giocando liberamente se vogliamo dirlo in questo senso, stiamo lavorando con il fisioterapista per recuperare ed essere in grado di giocare ogni match". Al termine del match vinto contro Popyrin Djokovic ha festeggiato esultando mimando di suonare il violino e a fine match ha spiegato il motivo di tutto ciò: "La mia esultanza era per mia figlia Tara, lei suona il violino da un po' di tempo ormai, oltre sei mesi, e avevamo un patto che avrei festeggiato in quel modo", ha concluso sorridendo e apparendo comunque abbastanza sereno il campione serbo.

Novak Djokovic
SHARE