Parla il dottore che ha operato Novak Djokovic: "Wimbledon? Improbabile"

Lo Slam londinese potrebbe dover rinunciare a uno dei principali protagonisti

by Antonio Frappola
SHARE
Parla il dottore che ha operato Novak Djokovic: "Wimbledon? Improbabile"
© Clive Brunskill/Getty Images

"Nei giorni scorsi ho dovuto prendere alcune decisioni molto importanti dopo essermi lesionato il menisco nel corso del mio ultimo match. Sto ancora elaborando quanto accaduto ma sono lieto di dirvi che l'operazione è andata bene.

Sono davvero riconoscente verso l'equipe di medici che è stata al mio fianco".

Novak Djokovic ha deciso di sottoporsi a un'operazione al menisco del ginocchio destro per cercare di recuperare nel minor tempo possibile dall'infortunio aggravatosi durante il match valido per l'accesso ai quarti di finale del Roland Garros contro Francisco Cerundolo.

Quel match, nonostante il dolore, il serbo lo ha vinto lo stesso gettando il cuore oltre l'ostacolo e imponendosi al quinto set. I successivi esami strumentali, però, hanno riportato una seria lesione al menisco che dovrebbe tenere il belgradese lontano dal rettangolo di gioco per almeno un mese.

Parla il dottore che ha operato Novak Djokovic: "Wimbledon? Improbabile"

Il grande obiettivo di Djokovic è arrivare in condizioni quantomeno accettabili ai Giochi Olimpici di Parigi 2024, perché il suo sogno resta quello di conseguire l'unico successo che manca alla sua carriera: la medaglia d'oro.

L'infortunio ha complicato i suoi piani, ma il serbo farà di tutto per giocarsi le sue carte alle Olimpiadi. Sono tre le settimane che dovrebbero trascorrere dall'intervento al primo tentativo di tornare al lavoro. Tempistiche che rendono quasi impossibile la sua partecipazione a Wimbledon.

Nelle parole riportate dal quotidiano L'Équipe, Antoine Gerometta - il dottore che ha operato Djokovic - è stato molto chiaro. "Wimbledon? Per me è improbabile che riesca a tornare in condizione al 100% in tre settimane" .

Novak Djokovic
SHARE