Jacub Mensik e il suo idolo Novak Djokovic: "Se non fosse per lui non sarei qui"

Il ceco, che ha fatto il suo ingresso in top 100, è una delle note più liete di questa settimana

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
Jacub Mensik e il suo idolo Novak Djokovic: "Se non fosse per lui non sarei qui"
© Daniel Pockett/Getty Images

E’ tra le note più liete di questa settimana. Parliamo di Jakub Mensik, talento emergente ceco che tanto sta facendo bene a Doha. L’ultima sorprendente prestazione lo ha visto vincere contro il più quotato Andrey Rublev in due set.

Un risultato che certifica la crescita che sta mettendo sul campo il classe 2005. Sotto le orme del suo idolo Novak Djokovic. Il nativo di Prostejov in una dichiarazione pubblicata dall'Express ha raccontato quanto il fuoriclasse serbo sia stato importante nei passi compiuti fino a qui: “Il mio idolo e la mia grande ispirazione è Djokovic.

Se non fosse stato per lui, non sarei qui. Sono stato con lui nel 2022, dopo la finale degli Australian Open. Sapeva di essere il mio grande idolo, così mi ha invitato a Belgrado e poi in Montenegro per trascorrere alcuni giorni di allenamento con lui, oltre a passare del tempo fuori dal campo”, ha dichiarato.

Le parole di ammirazione verso il serbo

"È incredibile che uno dei migliori giocatori della storia mi abbia invitato e che io abbia avuto l'opportunità di giocare contro di lui. Quell'esperienza e i consigli che ho ricevuto sono stati ottimi per il mio futuro, mi sono serviti molto.

Non è che mi abbia dato un solo consiglio: ciò che mi ha colpito di più è stata la complessità dei piccoli dettagli, tutto ciò che fa in modo diverso sia in campo che fuori. Cercavo di analizzare la sua routine, il suo modo di allenarsi.

Le vittorie contro Alejandro Davidovich Fokina e Andy Murray, oltre che con il russo, gli hanno garantito un posto nella classifica top-100 (diventando il più giovane giocatore a farne parte): "Che dire... è stata una settimana incredibile fin dall'inizio.

Ho giocato molto bene, sapevo di poter lottare con i migliori del mondo. Raggiungere le semifinali e battere questi grandi giocatori è una sensazione incredibile per me. Mi sento benissimo", ha spiegato. La sua prossima sfida sarà Gaël Monfils: un incontro generazionale che già accende la passione degli appassionati pronti a gustarsi questo match.

Novak Djokovic
SHARE