Aryna Sabalenka scherza: “Dovrei parlare più spesso con Novak Djokovic”

La tennista bielorussa è tornata sul suo trionfo in Australia

by Gianluca Ruffino
SHARE
Aryna Sabalenka scherza: “Dovrei parlare più spesso con Novak Djokovic”
© Kelly Defina/Getty Images

Sono passati più di venti giorni dalla finale degli Australian Open vinta contro Qinwen Zheng e Aryna Sabalenka ha ancora ben impresse nella mente le emozioni vissute a Melbourne. La tennista bielorussa ha vissuto due settimane da favola, lasciando soltanto le briciole alle avversarie paratesi sulla sua strada verso il suo secondo titolo slam.

Un back to back che conferma il successo della passata edizione e che ha reso la 25enne di Minsk una delle sicure protagoniste di questa stagione. Sabalenka ha ricordato il suo trionfo australiano, parlando inoltre degli obiettivi per il futuro.

Le parole di Aryna Sabalenka

La numero due del mondo ha commentato così la vittoria del Major australiano: “È stato un periodo incredibile. Ero super eccitata. Abbiamo festeggiato la mia vittoria, la nostra vittoria.

Ci siamo divertiti tantissimo. Sì, sono ancora emozionata per questo. Penso che sia la cosa più bella che si possa ottenere. Ma è già il passato e devo concentrarmi sul prossimo”. Sabalenka ha poi scherzato sul fatto che dopo essersi allenata lo scorso anno ad Abu Dhabi con Djokovic, la sua stagione è totalmente svoltata.

Forse devo parlare più spesso con Novak. Forse è per questo che sto vincendo. Ma no, non abbiamo scherzato sull'argomento” ha dichiarato sorridendo la bielorussa. La due volte campionessa slam ha poi raccontato il suo percorso di maturazione a livello mentale.

“Ho avuto uno psicologo per quattro o cinque anni. Abbiamo lavorato molto. Mi ha aiutato molto. Insomma, credo di essere sempre stato alla ricerca di qualcosa che mi aiutasse a controllarmi meglio. Dopo alcuni anni di lavoro con lo psicologo, ho deciso di prendermi la responsabilità di me stessa e di non aspettare che qualcuno mi aiutasse a risolvere qualcosa.

Credo che nessuno conosca sè stesso meglio di sè” ha dichiarato la classe ’98. Sabalenka è diventata un esempio per tante colleghe. “In effetti, sentire queste cose mi ispira molto. So quanto sia difficile sistemare alcune cose nella vita e nel tennis.

È incredibile sapere che, sistemando le proprie cose, si aiutano gli altri. È un sogno. Sono felice di essere un esempio. Sono felice di parlare. Sono felice di aiutare. È fantastico” ha spiegato la bielorussa.

La campionessa ha infine concluso parlando dei suoi obiettivi: “La mia mentalità è continuare a fare quello che sto facendo, continuare a lottare, continuare a lavorare. Dopo la mia carriera, guardarmi indietro e pensare: "Wow, sono riuscita a raggiungere questo obiettivo".

È pazzesco. Non sono il tipo di persona che vince qualcosa e poi si ferma. Come ho detto, sono dipendente dalle vittorie. Sento che è qualcosa che ho nel sangue e continuo a fare, a lavorare e spero di continuare a vincere”.

Aryna Sabalenka Novak Djokovic
SHARE