Novak Djokovic: "Chiudere l'anno da numero 1 significa molto per me. È incredibile"

Il campione serbo ha già realizzato il suo primo obiettivo alle ATP Finals di Torino

by Antonio Frappola
SHARE
Novak Djokovic: "Chiudere l'anno da numero 1 significa molto per me. È incredibile"
© Clive Brunskill/Getty Images

Missione compiuta. Novak Djokovic ha già realizzato il primo obiettivo che si era prefissato alla vigilia del suo esordio alle ATP Finals di Torino. Il campione serbo ha ribadito in più di un’occasione il desiderio di terminare la stagione sulla vetta del ranking e, grazie al successo ottenuto ai danni di Holger Rune in tre set, potrà estendere il suo record toccando quota 400 settimane da numero uno.

È l’ottava volta che il belgradese compie l’impresa: nessuno ha fatto meglio di lui nella storia del tennis. Il match con il danese si è rivelato complicato e ha messo a dura prova i suoi nervi, ma non gli ha impedito di trionfare e iniziare la difesa del titolo con una importante vittoria.

Djokovic: "Numero uno? Significa molto per me"

“Significa molto per me. Sapevo che avrei avuto bisogno di una vittoria per realizzare l’obiettivo e chiudere la stagione da numero uno. Volevo che accadesse già questa sera, non volevo prolungare o complicare la situazione.

Sono davvero grato di esserci riuscito. È sempre stato un mio grande obiettivo. Oltre ai tornei del Grande Slam, questo è quello che conta di più. Terminare la stagione sulla vetta del ranking in questa fase della mia vita e della mia carriera è incredibile” , ha spiegato Djokovic in conferenza stampa.

“All’inizio dell’anno non ho attribuito priorità a questo traguardo, mi sono focalizzato più sui tornei dello Slam. Grazie agli ottimi risultati conseguiti, soprattutto nei Major, ho accumulato punti e mi sono messo in una buona posizione.

Qualsiasi cosa accada in questo torneo ora sarà un bonus per me” . Djokovic ha successivamente analizzato l’incontro con Rune, un avversario capace di metterlo sempre in difficoltà. “Ci sono stati molti momenti complicati.

È impegnativo giocare contro Holger, che ha espresso un livello molto alto. Era molto aggressivo e aveva un piano di gioco chiaro. È stato difficile trovare delle trame nel suo gioco questa sera. Ho dovuto lavorare molto duramente per ottenere la vittoria.

La partita è durata più di tre ore. Sono contento di aver superato questa sfida, perché sentivo che Holger fosse molto vicino alla sua migliore versione. Ogni volta che ci affrontiamo, le partite sono molto equilibrate. Abbiamo uno stile di gioco simile” .

Novak Djokovic Atp Finals
SHARE