Gnjatovic: "Potevo essere come Novak Djokovic, ho battuto anche Federer"

L'ex tennista ha rilasciato un'interessante intervista

by Redazione
SHARE
Gnjatovic: "Potevo essere come Novak Djokovic, ho battuto anche Federer"
© Aitor Alcalde/Getty Images

Il campione serbo Novak Djokovic è uno dei più grandi tennisti di tutti i tempi, secondo alcuni il migliore di tutti i tempi. Senza dubbio parliamo del tennista che ha vinto di più nella storia di questo sport e soprattutto il più grande sportivo della storia serba.

Djokovic è una vera icona nel proprio paese, il pubblico va in estasi ogni volta che lo vede e c'è grande entusiasmo attorno al proprio beniamino. Non è molto conosciuto ma la Serbia poteva vedere un altro campione nel mondo del tennis, un tennista di talento che non ha avuto però la carriera che tutti si aspettavano.

Parliamo del 44enne Nikola Gnjatovic, ex tennista che non ha avuto la carriera che tutti pronosticavano per lui. E pensare che anche Srdjan Djokovic, padre del leggendario campione tennistico, aveva elogiato pubblicamente Gnjatovic.

Nelle ultime ore Nikola ha rilasciato una curiosa quanto interessante intervista ai microfoni di Sportal ed ha trattato di tanti temi, raccontando aneddoti sulla sua carriera. Ecco le sue parole: "Io ho giocato con la squadra di Coppa Davis, in squadra con me c'erano Tipsarevic e Tosic.

A livello juniores ho battuto campioni come Marat Safin e Fernando Gonzalez e ricordo un allenamento dove ho battuto Roger Federer. In tanti parlavano di me come possibile numero uno", sottolinea Balkanpress.com. Le cose non sono andate per il meglio e un vizio ha rovinato la carriera di Nikola che ha svelato: "Ho avuto problemi con la droga da quando aveva 21 anni, in particolare modo con l'eroina e da quel momento è iniziato il mio incubo.

Mi sono indebitato, entro in crisi e comincio a rubare addirittura per procurarmi la droga. Provo ancora a giocare a tennis, ma le cose non vanno bene e la mia vita era nel caos. Ho avuto problemi con la droga per 17 anni, e ancora oggi ho problemi.

Ex tennisti e diverse persone non mi hanno affidato i propri figli per i miei problemi con la droga ma non darei mai droga a nessuno, preferirei tagliarmi le mani". Infine Nikola ricorda: "Non ho dimenticato il tennis, so riconoscere il talento e a differenza degli altri se vedo un tennista senza particolari talenti lo dico subito ai genitori, non voglio che spendano più soldi del possibile".

Novak Djokovic
SHARE