Corretja si esprime su Djokovic e Alcaraz in vista degli Us Open: le sue parole

L'ex tennista spagnolo è rimasto stupito dalla finale di Cincinnati

by Luca Ferrante
SHARE
Corretja si esprime su Djokovic e Alcaraz in vista degli Us Open: le sue parole
© Matthew Stockman/Getty Images

La finale del Master 1000 di Cincinnati tra Novak Djokovic e Carlos Alcaraz è rimasta ancora nella mente di tanti appassionati e addetti ai lavori. Con questo ricordo ci si appresta a iniziare la competizione degli Us Open: due settimane ad alta intensità in cui il campione serbo e il fenomeno spagnolo saranno i più attesi e i grandi favoriti per la vittoria dell'ultimo trofeo Slam della stagione.

A riflettere sull'epica partita disputata dai due e sulle prospettive in vista dell'inizio delle gare a New York è stato l'ex tennista Alex Corretja, ex numero 2 al mondo e finalista per due edizioni del Roland Garros.

L'analisi di Corretja

Il commentatore iberico si è espresso sugli attuali due giocatori migliori del mondo, in un'intervista rilasciata a Eurosport: "Alcaraz e Djokovic hanno dimostrato che, ovviamente, se non giocano al 100% l'uno contro l'altro non hanno alcuna possibilità di vincere.

Non puoi crollare per un minuto. Loro sanno che ogni volta che scenderanno in campo sarà una battaglia enorme" ha sottolineato. Secondo Corretja: "Si conoscono sempre di più. Per Carlos è importante giocare contro uno come Nole che ha tanta esperienza, imparare cosa deve fare nei momenti importanti.

Per Novak è fondamentale anche capire la potenza di Carlitos, come si muove, come combatte, come colpisce e varia i colpi... I due stanno imparando e sono consapevoli sempre di più del gioco e delle caratteristiche dell'altro.

Una lotta tremenda portata al limite" ha aggiunto. Lo spagnolo, attualmente, non crede ci sia uno dei due nettamente superiore: "Non oserei metterli uno sopra l'altro, perché quello che hanno dimostrato quest'estate è che quando sono al 100% sono entrambi imbattibili.

Se tra loro si ripete una finale, possono ancora volare scintille" ha concluso. Dopo Cincinnati, un appuntamento che si ripeterà agli Us Open? Entrambi dovranno superare notevoli insidie prima di approdare all'atto conclusivo della competizione: diversi outsieder e minacce per Alcaraz, fra cui Sinner e Medvedev, rispetto a un più fortunato Djokovic.

Alcaraz Us Open
SHARE