Djokovic: "Voglio continuare a crescere e a migliorare. Sono abituato alla pressione"

Il serbo ha parlato della mentalità che gli ha permesso di fare la storia nel mondo del tennis

by Antonio Frappola
SHARE
Djokovic: "Voglio continuare a crescere e a migliorare. Sono abituato alla pressione"

Novak Djokovic ha dovuto fare i conti con una delle migliori versioni di Jordan Thompson, ma ha comunque chiuso il suo match di secondo turno in tre set. L’australiano ha giocato una partita molto intelligente: è stato sempre aggressivo e ha cercato di guadagnare la rete alla prima occasione.

Il campione serbo non ha vissuta una giornata facile in risposta e solo la capacità di alzare il livello nei momenti importanti gli ha permesso di non lasciare set per strada.

Novak Djokovic: "Voglio continuare a fare la storia"

“Ogni volta che scendo in campo, soprattutto in un torneo del Grande Slam e sul Campo Centrale, sento una tremenda pressione.

Ho sempre alte aspettative nei miei confronti. È una sensazione a cui sono abituato ormai, e che mi dà un’ulteriore motivazione per fare ancora di più la storia. Non penso che le cose cambieranno mai.

Indipendentemente dal numero di Slam vinti, voglio comunque ottenere nuovi risultati e vivere il mio viaggio” , ha dichiarato Djokovic in conferenza stampa. “Mi sento giovane. I miei figli mi ricordano sempre questa cosa.

L’innocenza, l’amore e l’energia che provo quando sono con loro rafforzano il bambino interiore che vive in me. Penso sia importante anche il fatto che stia ancora giocando lo sport che ho sempre amato da bambino.

Il mio corpo risponde in modo diverso, ma sono fortunato. Dopo 20 anni di tennis professionistico, sono ancora in grado di competere ai massimi livelli. Ringrazio Dio e i mie genitori, per i geni. L’impegno che metto quotidianamente in quello che faccio, insieme al lavoro del mio team, mi conferiscono l’opportunità di essere in salute” .

Djokovic ha poi parlato della sua spiritualità ed elaborato un discorso davvero interessante. “Penso che la curiosità di scoprire il mondo interiore, così come quello esterno, sia qualcosa che incuriosisca tutti noi.

Ho molta fame di conoscenza, di esperienze. La vita è un grande viaggio che può offrire molto se si è aperti alle diverse esperienze. Ho vissuto molte cose in questi 36 anni. Sono molto, molto grato per tutto quello che ho vissuto.

Anche le brutte esperienze, professionalmente e privatamente. Quando sei giù, hai l'opportunità di diventare più forte. È una continua evoluzione. Questo è il tipo di mentalità che ho dentro e fuori dal campo.

Questa è la mentalità che in realtà mi ha portato dove sono anche nel mondo del tennis. Non voglio mai smettere di crescere, imparare e migliorare" . Photo Credit: Getty Images

SHARE