Wilander è chiaro: "Nessuno a proprio agio come Djokovic a Wimbledon. Sarà rilassato"

L'esperto svedese ha eletto il serbo come il chiaro favorito per l'imminente edizione dell'All England Club

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
Wilander è chiaro: "Nessuno a proprio agio come Djokovic a Wimbledon. Sarà rilassato"

Novak Djokovic prepara la sua marcia di avvicinamento a Wimbledon. Il serbo dopo aver vinto il suo 23° slam, sorpassando Rafael Nadal, ha deciso di prendersi qualche settimana di ‘riposo’ dalle competizioni, saltando i prestigiosi tornei di Halle e Queen’s.

‘Nole’ però non debutterà direttamente sull’erba All England Tennis Club. Quest’oggi il numero due al mondo ha partecipato al torneo di esibizione di Hurlingham, il Giorgio Armani Tennis Classic, dove ha battuto Frances Tiafoe nel suo unico match su erba prima dell’Open inglese, dove è considerato all’unanimità il chiaro favorito.

Di questo parere è anche Mats Wilander, ex campione ora commentatore di Eurosport: “Per me Djokovic è il grande favorito. E il motivo per cui penso che sia il grande favorito è che non ho ancora visto nessuno che sia solido come Novak dalla linea di fondo e che serva bene come Novak.

Quindi, nel corso degli anni, il suo servizio è migliorato di volta in volta. Agli Open di Francia contro Carlos Alcaraz, abbiamo visto quanto sia importante il servizio, quanto sia importante ottenere tre punti sulla prima di servizio, soprattutto quando il punteggio è vicino nei propri game di servizio.

E questo non lo vedo con Alcaraz, Holger Rune, Alex de Minaur o altri giovani. Nessuno serve come lui”, ha spiegato.

Djokovic può riscrivere altre pagine di storia

Poi sulle possibilità di vincere il suo 8° Wimbledon e 24° slam, l’esperto svedese ha detto: “Voglio dire che Novak è molto sotto pressione perché, se vince, raggiunge Margaret Court a quota 24 Grand Slam.

Se vincerà, sarà a un passo dal ripetere il Grande Slam del calendario. Quindi credo che il peso delle aspettative ci sia, ma non credo che sia ancora del tutto presente. Penso che abbia imparato moltissimo dalla sconfitta in finale agli US Open contro Daniil Medvedev, quando era letteralmente in gioco la storia, e dalla vittoria nel calendario del Grande Slam.

Naturalmente è già stato fatto in passato, ma Novak si separerebbe dagli altri due grandi, Roger e Rafa", ha raccontato. Wilander pensa che questa volta andrà diversamente: "Questa volta credo che Wimbledon sia un po' più rilassato per lui.

Penso che vada al torneo pensando che, ok, un campo in erba è molto scomodo per la maggior parte dei giocatori. Almeno questo è il mio modo di vedere la cosa. Per me ci sono alcuni giocatori con cui può perdere, ma non vedo molti giocatori che possono vincere il torneo".

Infine ha concluso: "Se invece si guarda agli US Open o agli Australian Open, ci sono molti più giocatori che possono avere due settimane fantastiche e vincere qui. Nessuno si sente a proprio agio su un campo in erba, a parte Novak Djokovic.

E il motivo per cui si sente a suo agio, credo, è perché sa che gli altri giocatori si sentono a disagio".

Wimbledon
SHARE