Wimbledon - Da Djokovic e Alcaraz a Sinner: l'analisi di Barazzutti

L'ex tennista azzurro ha parlato della prossima edizione dei Championships

by Antonio Frappola
SHARE
Wimbledon - Da Djokovic e Alcaraz a Sinner: l'analisi di Barazzutti

Novak Djokovic ha deciso ancora una volta di non partecipare a nessun torneo sull’erba prima di scendere in campo a Wimbledon, dove proverà a vincere il terzo Major consecutivo e mantenere vivo il sogno Grande Slam.

Il serbo ha conquistato gli Australian Open e il Roland Garros, e spera di poter arrivare a Flushing Meadows nella stessa situazione in cui si è ritrovato nel 2021. Solo Daniil Medvedev ha impedito al belgradese di completare il Grande Slam aggiudicandosi la finale degli US Open in tre set.

Barazzutti sulla prossima edizione del torneo di Wimbledon

Corrado Barazzutti, ex capitano della squadra italiana di Coppa Davis, ha parlato proprio della prossima edizione dei Championships in un’intervista esclusiva rilasciata all’agenzia di stampa Adnkronos.

"Djokovic è il favorito, però l'erba regala sempre insidie a tutti. Gli altri giocatori ai vertici del ranking faticano, solo Carlos Alcaraz può dargli fastidio perché ha dimostrato di avere il potenziale per battere i mostri sacri come il serbo o, poco tempo fa, Rafael Nadal.

In futuro lo spagnolo riuscirà a imporsi perché è il più forte dei giovani. Mi auguro anche che in fondo possa arrivare qualche giocatore italiano, soprattutto Jannik Sinner" , ha dichiarato Barazzutti.

"Djokovic non è più un ragazzino ma mantiene una perfetta forma fisica e ha una straordinaria mentalità vincente. Penso che se trionfasse a Wimbledon potrebbe anche arrivare a centrare il Grande Slam perché la sua motivazione lo spingerebbe a realizzare quest'impresa solo sfiorata due anni fa" .

Lo scorso anno, Sinner ha eliminato Alcaraz agli ottavi di finale e messo seriamente in difficoltà Djokovic ai quarti. L'altoatesino ha portato a casa i primi due set esprimendo un altissimo livello di gioco. Il serbo, però, ha reagito e a partire dalla terza frazione di gioco non ha più concesso grandi occasioni al rivale.

Djokovic ha poi conquistato per la settima volta in carriera Wimbledon battendo in quattro set prima Cameron Norrie e poi Nick Kyrgios. Photo Credit: Reuters

Wimbledon Alcaraz
SHARE