Djokovic: "Nessuno si aspettava una cosa del genere. Ecco cosa ho detto ad Alcaraz"

Il campione serbo disputerà la finale del Roland Garros la prossima domenica

by Antonio Frappola
SHARE
Djokovic: "Nessuno si aspettava una cosa del genere. Ecco cosa ho detto ad Alcaraz"

A prescindere dalle condizioni fisiche in cui ha terminato il match il suo avversario, Novak Djokovic ha smentito tutti quelli che si aspettavano un banale passaggio di consegne e ha lottato come un vero campione fino al momento in cui Carlos Alcaraz è crollato a causa dei crampi.

Lo spagnolo ha ammesso di non aver mai provato una tensione simile prima di una partita e che affrontare Djokovic comporta un livello di nervosismo maggiore rispetto alla maggior parte degli altri rivali. Dichiarazioni che non fanno altro che confermare lo status di un tennista disposto a sacrificarsi nonostante l’età e i successi.

Djokovic: "Alcaraz vincerà molte volte il Roland Garros"

“Ho detto a Carlos che avrà ancora molto tempo e che vincerà sicuramente il Roland Garros più volte in futuro. Non ho nessun dubbio.

È un giocatore straordinario: possiede così tante qualità. Ha già vinto uno Slam, è il numero uno più giovane della storia. Ovviamente non è il miglior modo per concludere una partita, ma lo rispetto molto per aver resistito fino all’ultimo punto.

Era ovvio stesse lottando fisicamente. È una sfortuna per lui e per il pubblico, ma questo è lo sport. Può accadere quando giochi a un’elevata intensità. I primi due set sono stati impegnativi per entrambi dal punto di vista fisico.

Gli auguro una pronta guarigione. Sono sicuro che tornerà più forte” . Djokovic ha speso parlato di grande ammirazione nei confronti di Alcaraz a inizio conferenza stampa. “Sono cose che ho sperimentato diverse volte all'inizio della mia carriera.

Posso capire Carlos: le emozioni e le circostanze che ti influenzano mentalmente ed emotivamente. Tutti si aspettavano vincesse lui il torneo, questo può averlo influenzato. Ma fa parte del percorso di apprendimento. Ha solo 20 anni e ha già dimostrato di avere grande maturità nelle ultime due stagioni.

Ho un enorme rispetto per quello che sta facendo. Ha un team importante alle spalle. Avrà molto successo in carriera. L'inizio del terzo set è stato fondamentale per me: dovevo resistere. Poi è successo qualcosa di inaspettato.

Credo che nessuno si aspettasse una cosa del genere. Da quel momento, ovviamente, la partita è cambiata. Ho cercato di essere sempre presente, di fargli giocare più colpi. Non riusciva a muoversi. Non è stato bello per il pubblico, perché hanno assistito a qualcosa di completamente diverso rispetto ai primi due set" . Photo Credit: Getty Images

Alcaraz Roland Garros
SHARE