"Novak Djokovic non si è scusato": Norrie accusa il serbo

Cameron Norrie accusa Novak Djokovic di ritardo

by Lorenzo Velonà
SHARE
"Novak Djokovic non si è scusato": Norrie accusa il serbo

Il tennista Cameron Norrie ha risposto alle critiche di Novak Djokovic riguardo al suo comportamento durante il quarto di finale degli Internazonali di Roma 2023, sconfitto dal serbo con un risultato di 6-3, 6-4. Djokovic si era lamentato per il comportamento esagerato del britannico durante la partita, per la sua richiesta di un timeout medico prima dell'ultimo game e per avergli colpito il piede con la palla.

Norrie ha risposto alle critiche di Djokovic accusandolo di essere stato in ritardo e di non essersi scusato. Il giocatore inglese, infatti, ha dichiarato che la partita è iniziata in ritardo a causa di Djokovic, che ha richiesto più tempo sul lettino del fisioterapista.

Norrie ha anche aggiunto che il serbo non si è mai scusato per il ritardo: “Voleva un po' più di tempo per il trattamento del fisio prima della partita. Il match era in programma per le 11:00 e siamo usciti forse alle 11:12, 11:13", ha detto il 13 del mondo.

"Non credo che lui ci abbia visto alcun problema in questo. Non mi ha mai detto niente e non si è mai scusato. Ho chiesto agli arbitri se fosse una cosa corretta e mi hanno risposto che rientrava nelle regole. Non l'avevo mai visto fare prima da nessun giocatore.

Indipendentemente dal fatto che si tratti di una partita di tennis o meno, si arriva in ​​tempo, per qualunque cosa sia". Norrie ha anche precisato che le sue esultanze non sono state più esagerate rispetto alle altre partite che ha giocato e che il suo comportamento durante la partita è stato del tutto normale.

“È stata una di quelle partite in cui lui è uno dei migliori giocatori al mondo e volevo giocare al mio meglio” ha aggiunto. "Non pensavo affatto di essere davanti a lui. Se qualcuno mi conosce, sono abbastanza rumoroso in alcune partite.

Per me è stata una normale partita di tennis". Norrie ha sottolineato che ha avuto il diritto di richiedere un timeout medico, e che il colpo accidentale nei confronti di Djokovic non è stato intenzionale. Norrie si è scusato immediatamente dopo l'incidente: “Avevo fastidio all'anca e ho chiamato il medical time-out.

Rientra nelle regole. E anche per lui, è nelle regole iniziare la partita nel suo orario, in ritardo. Mi sono scusato subito e non l'ho visto. Alzai lo sguardo e colpii la palla in basso. Non l'ho visto girarsi e concedere il punto", ha detto.

In ogni caso, nonostante le polemiche, Djokovic ha confermato la sua posizione di terzo giocatore al mondo, dimostrando ancora una volta il suo talento e la sua determinazione.

Novak Djokovic affronta Marton Fucsovics al secondo turno del Roland Garros

Il campione serbo Novak Djokovic si prepara a sfidare Marton Fucsovics, numero 83 al mondo, nel secondo turno del Roland Garros il 31 maggio.

Questa sarà la quinta volta che i due giocatori si incontrano a livello di tour, con Djokovic che guida il testa a testa per 4-0. Fucsovics ha battuto il francese Hugo Grenier in quattro set nella sua partita di apertura sul terreno del Roland Garros.

Djokovic, che ha recentemente vinto l'Open d'Australia 2023 e il Miami Open, è uno dei favoriti per vincere il torneo francese, che gli darebbe il terzo titolo a Parigi e il 23esimo titolo del Grande Slam in totale.

Inoltre, una vittoria gli consentirebbe di riconquistare il trono di numero uno al mondo, superando il russo Daniil Medvedev. Il serbo è in una forma straordinaria, ha mostrato grande determinazione e talento in campo e ha dimostrato di essere uno dei migliori tennisti di tutti i tempi.

Il suo obiettivo è quello di diventare il primo uomo nella storia del tennis a vincere 23 titoli del Grande Slam, superando così il record di Roger Federer e Rafael Nadal. Photo Credits: Getty Images

Novak Djokovic Cameron Norrie
SHARE