Novak Djokovic, una mentalità da campione: "Penso di essere il migliore"

Partendo da una frase di LeBron James, anche il serbo si è sbilanciato sulla fiducia in se stessi e cosa vuole dire pensare di essere il migliore di tutti

by Redazione
SHARE
Novak Djokovic, una mentalità da campione: "Penso di essere il migliore"

Il dibattito sul GOAT sembra eterno. In tutti gli sport è una questione aperta e il tennis non vuole essere da meno: una sfida infinita tra Novak Djokovic, Rafael Nadal e Roger Federer. Ognuno ha ed esprime il proprio parere, scegliendo ognuno il migliore, ma a dire la sua questa volta è proprio uno dei diretti interessati.

In una lunga intervista rilasciata a Reem Abulleil a The National News, è proprio il tennista serbo ad esporsi, partendo da una premessa, ovvero quando LeBron James disse: “Mi sento come se fossi il miglior giocatore di basket che abbia mai giocato.

Questa è solo la mia sicurezza, è proprio quello che porto in tavola”. Alla domanda se anche si identifica con quella mentalità, il ventidue volte campione Slam ha risposto così: “Sì, posso identificarmi con questo perché credo che ciò che ha funzionato per me e funzioni ancora per me sia quel livello di fiducia in me stesso.

Sempre bilanciato con il rispetto verso l'avversario, verso il gioco. Ma con quella fiducia in me stesso, so che quando sono pronto, quando sono in campo, su qualsiasi superficie, contro chiunque, sto meglio, sono il migliore.

E non credo ci sia nulla di arrogante o pretenzioso in questo”.

La rivalità con Nadal

La sua carriera, come quella di altri grandi stelle dello sport che sono ancora in circolazione (da LeBron James a Lionel Messi), può essere anche un modello di riferimento: “È fantastico perché in un certo senso ispira anche i giovani atleti: sapere che possono prolungare la loro carriera, che è possibile non porsi limiti mentali, che dopo i 30 sei più o meno finito.

Non c'è davvero fine, nella tua mente”. Nell’intervista, poi, è tornato su un tema che aveva già toccato nella conferenza stampa tenuta a Belgrado: chi è il suo rivale? Alla domanda su quale sfida sarebbe più eccitante, se contro Rafael Nadal in un match importante, o contro Carlos Alcaraz, la risposta è sempre la stessa: “Se dovessi scegliere uno dei due, probabilmente sceglierei Nadal per via della rivalità, della storia, di ciò che sarebbe in gioco ogni volta che ci affronteremo, specialmente in una finale del Grande Slam”, ha risposto. Photo credits: AFP

Novak Djokovic
SHARE