McEnroe sta con Novak Djokovic: "Fatelo entrare negli Stati Uniti"

Djokovic è ancora in attesa di sapere se potrà volare o meno negli Stati Uniti

by Simone Brugnoli
SHARE
McEnroe sta con Novak Djokovic: "Fatelo entrare negli Stati Uniti"

Come ha rivelato in conferenza stampa pochi giorni fa, Novak Djokovic è ancora in attesa di sapere se potrà volare o meno negli Stati Uniti per disputare i Masters 1000 di Indian Wells e Miami. Il fenomeno serbo necessita infatti di un permesso speciale per entrare negli USA a causa del suo status vaccinale, ricordando come lo stato di emergenza terminerà l’11 maggio.

Il numero 1 del mondo ha pagato a caro prezzo la sua scelta di non vaccinarsi contro il Coronavirus, visto che già l’anno scorso era stato obbligato a saltare due Slam (Australian Open e US Open) e tutti i Masters 1000 americani.

Dopo aver agguantato il suo decimo titolo agli Australian Open, il 22 volte campione Slam si appresta a tornare in campo nell’ATP 500 di Dubai. Il 35enne di Belgrado, che è ancora imbattuto nel 2023, è tornato in vetta al ranking mondiale scalzando dal trono lo spagnolo Carlos Alcaraz.

La leggenda americana John McEnroe ritiene che sarebbe assurdo se non fosse permesso a Djokovic di partecipare al Sunshine Double.

Djokovic resta in attesa

“Credo che sarebbe un’autentica follia non permettere a Novak Djokovic di entrare negli Stati Uniti” – ha esordito McEnroe senza giri di parole.

“Io mi sono vaccinato contro il Coronavirus e sono sempre stato favorevole al vaccino, ma rispetto chi ha deciso diversamente. Avevo già trovato folle la scelta di espellerlo dall’Australia l’anno scorso.

Nole ha potuto giocare negli USA nel 2021 e non è potuto venire nel 2022, mi sembra una cosa ridicola. Sarebbe assurdo se non potesse giocare i Masters 1000 di Indian Wells e Miami o qualsiasi altro torneo negli Stati Uniti, in particolare gli US Open.

Mi auguro davvero che questa situazione si sistemi in tempi brevi” – ha aggiunto John. In conferenza stampa durante l’ATP di Buenos Aires la settimana scorsa, Francisco Cerundolo ha speso belle parole per Djokovic: “Lo rispetto moltissimo e penso che sia un’ottima cosa per il tennis che sia ancora così competitivo.

Se vogliamo riuscire a batterlo, dobbiamo continuare a lavorare sodo. Nonostante abbia 35 anni, ha vinto gli Australian Open abbastanza comodamente”. Photo credit: Getty Images

Novak Djokovic
SHARE