Djokovic domina anche la classifica dei migliori al servizio: c'è anche Berrettini

Ecco la classifica dei tennisti con la percentuale più alta di servizi vinti

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
Djokovic domina anche la classifica dei migliori al servizio: c'è anche Berrettini

Questo inizio di stagione ha visto il ritorno in grande stile di uno degli interpreti più importanti di questo sport, Novak Djokovic. Dopo un 2022 caratterizzato da tante luci e ombre, dovute principalmente alla decisione di non vaccinarsi contro il Coronavirus, che ne hanno causato l’esclusione da alcuni degli eventi più importanti del calendario Atp, il fuoriclasse Serbo ha iniziato il nuovo anno vincendo tutto ciò che poteva vincere, ovvero il torneo 250 di Adelaide e gli Australian Open.

Il ritorno nella prima posizione del Ranking, a scapito di Carlos Alcaraz, è stata la naturale conseguenza del rendimento altissimo di “Nole”, che già alla fine dello scorso anno aveva vinto il 6°titolo alle Atp Finals di Torino.

Il giocatore di Belgrado però non ha nessuna intenzione di fermarsi, e ha messo nel mirino una delle imprese più grandi di questo sport, il Calendar Grande Slam, che significherebbe vincere tutti e 4 i Major nello stesso anno solare.

Media altissima al servizio per Novak Djokovic

Uno dei colpi, dai quali potrà passare questo incredibile record, qualora mantenesse lo standard mostrato in questo inizio anno, è il servizio. Djokovic risulta essere infatti in questo primo scorcio di stagione, il tennista con la percentuale più alta di game vinti nei tornei fin qui disputati nel 2023.

Ben 151 su 160 (94,4%). Appena dietro di lui vediamo Taylor Fritz, campione in carica del Master 1000 di Miami e autentico specialista di questo colpo. Per lui ben 93 servizi vinti su un totale di 101. 92,1% la sua media. Sul terzo gradino del podio ecco il finalista di Melbourne, Stefanos Tsitsipas, la cui unica sconfitta della stagione, è arrivata proprio contro il 22 volte campione Slam.

Il greco al servizio ha il 91.9% di servizi vinti (159/173). Appena sotto di loro c’è la sorpresa degli Happy Slam, spintosi fino ai quarti di finale, Ben Shelton, che ha terminato la sua corsa per mano del suo connazionale Tommy Paul.

Per il 21enne Americano la media al servizio è altissima: 91.8 % (112/122). In ultima posizione ecco il nostro Matteo Berrettini, che nonostante il passo falso contro Andy Murray, al primo turno degli Australian Open compare in questa classifica. Per il tennista Romano sono 77 i game realizzati, su un totale di 84. 91.7 %. Photo Credit: Afp

SHARE