Tutti contro Novak Djokovic: una stella della WTA lo difende



by   |  LETTURE 3836

Tutti contro Novak Djokovic: una stella della WTA lo difende

L’attuale numero 56 WTA Daria Saville – ex Daria Gavrilova – ha espresso la sua sincera opinione sull’infortunio di Novak Djokovic al tendine del ginocchio sinistro. Nelle ultime due settimane, si è parlato moltissimo dello stato di forma di Nole e si era addirittura temuto che avrebbe saltato gli Australian Open per il secondo anno di fila.

La giocatrice australiana ha voluto difendere l’ex numero 1 ATP: “Giocare con un problema fisico o con un dolore cronico non è esattamente un infortunio. Un infortunio è qualcosa che ti causa così tanto dolore da impedirti di competere.

Lo so dannatamente bene” – ha scritto Daria su Twitter. “Novak è una macchina e probabilmente è in grado di sopportare più dolore rispetto alla maggior parte di noi. Inoltre, lui e il suo team trascorrono ore e ore ogni giorno nel tentativo di attenuare il dolore” – ha aggiunto.

Il 21 volte campione Slam si era infortunato durante il torneo di Adelaide, vinto battendo in finale il giovane americano Sebastian Korda. Le condizioni di Novak sono in netto miglioramento rispetto all’inizio degli AO, come dimostra la netta affermazione sul beniamino locale Alex de Minaur negli ottavi.

Djokovic è un uomo in missione

Nole Djokovic va a caccia del suo decimo sigillo agli Australian Open, che gli permetterebbe di agganciare il suo eterno rivale Rafael Nadal a quota 22 Slam. Il prossimo ostacolo sul suo cammino risponde al nome di Andrey Rublev, giustiziere un po’ a sorpresa di Holger Rune negli ottavi.

Parlando con i media serbi, Djokovic si è tolto qualche sassolino dalle scarpe: “Lascio che le persone dubitino. Soltanto i miei infortuni vengono continuamente messi in discussione. Quando gli altri tennisti giocano con qualche problema fisico sono degli eroi, mentre io vengo accusato di simulare.

In ogni caso, penso di non dover dimostrare niente a nessuno. Non mi importa più cosa pensa o dice la gente. Ormai ci sono abituato, anzi mi dà ancora più forza per andare avanti. Sono arrivati buoni segnali negli ultimi giorni, ma non voglio esaltarmi troppo presto”. Photo credit: Getty Images