Taylor Fritz esprime una chiara opinione sull'infortunio di Novak Djokovic



by   |  LETTURE 23474

Taylor Fritz esprime una chiara opinione sull'infortunio di Novak Djokovic

Una delle delusioni di questo Australian Open è stato Taylor Fritz che è uscito anzitempo dal torneo sconfitto al secondo turno contro il padrone di casa Alexei Popyrin dopo una lunga battaglia durata cinque set di cui ben tre set terminati al tie break.
L’americano, che non è riuscito quindi a confermare quello che di buono stava facendo vedere da molti mesi a questa parte, ha parlato su twitter della questione relativa all’infortunio di Novak Djokovic.

Il 25enne statunitense, che tra l’altro fu battuto dal serbo nel 2021 al primo turno del major di Melbourne, ha voluto esprimere la sua opinione circa la relativa possibilità che il ventuno volte vincitore slam stia esagerando o addirittura fingendo di essersi fatto male.

“La mia opinione che probabilmente non interessa a nessuno è la seguente. L'80% dei giocatori ha sempre a che fare con qualcosa (i livelli di gravità variano), ma tutti sono onestamente sempre un po' malconci...

i media si concentrano sempre e solo sui primi in classifica, quindi i loro problemi ricevono più attenzione”.

Fritz e sulle differenze di diversi giocatori nell'esternare dei propri infortuni

Sono state queste le parole utilizzate da Fritz nel commentare l’infortunio subito da Novak Djokovic dichiarando anche che ci sono diversi calciatori che mostrano il loro dolore a differenza di altri “Inoltre, alcuni giocatori sono più espliciti nel parlare degli infortuni rispetto ad altri.

Non penso che la gente finga gli infortuni, ma penso che a volte i giocatori allunghino la gravità dell'infortunio perché questo li deprime e li aiuta a giocare meglio (il che onestamente va bene, fate quello che vi fa bene)”.

L’americano ha quindi concluso che non pensa che questa cosa di parlare dell’infortunio sia poco sportiva “Non credo che sia fatto in maniera poco sportiva, e prima che la gente si metta sulla difensiva, non sto parlando di nessuno in particolare, questo è solo quello che vedo come giocatore, a volte ci sono infortuni gravi, a volte esagerati da parte di persone".