Indian Wells e Miami cercheranno di aiutare Novak Djokovic



by   |  LETTURE 2861

Indian Wells e Miami cercheranno di aiutare Novak Djokovic

Dopo aver saltato la scorsa edizione degli Australian Open a causa del suo status vaccinale, Novak Djokovic è tornato a Melbourne Park quest’anno e ha raggiunto i quarti. La speranza dei fan è che il serbo possa giocare tutti i tornei più importanti, ma non è affatto scontato.

L’ex numero 1 del mondo ha dovuto saltare sia Indian Wells che Miami nel 2022, oltre ai Masters 1000 estivi di Montreal e Cincinnati. Il 21 volte campione Slam auspicava che le regole cambiassero in tempo per l'inizio degli US Open, ma non è stato così.

Nole non ha potuto partecipare nemmeno all’ultimo Slam del 2022, lasciando strada a Carlos Alcaraz. Il problema è che le regole per l’ingresso degli stranieri negli USA non sono state ancora modificate e Novak rischia di avere seri problemi anche quest’anno.

Secondo gli ultimi rumors, le restrizioni dovrebbero essere revocate solo a metà aprile, obbligando Djokovic a saltare il ‘Sunshine Double’. Indian Wells si svolgerà dal 6 al 19 marzo all'Indian Wells Tennis Garden (California), mentre il Miami Open inizierà il 20 marzo all’Hard Rock Stadium (Florida).

Indian Wells e Miami 'vogliono' Nole

Il direttore del torneo di Indian Wells Tommy Haas ha riflettuto sullo status di Novak Djokovic: “Se rimane in salute, è molto probabile che lo rivedremo al numero 1. Ovviamente c’è il problema che non può ancora entrare negli Stati Uniti.

Le restrizioni dovrebbero essere revocate intorno a metà aprile, quindi non in tempo per i Masters 1000 di Indian Wells e Miami. Sarebbe fantastico se riuscissimo ad ottenere una deroga per consentire a Nole di giocare questi due tornei.

Penso che lui voglia esserci, quindi faremo tutto il possibile per aiutarlo. Speriamo di riuscirci. Dal mio punto di vista, sarebbe una vergogna se non gli fosse permesso di venire”. Il serbo ha trionfato a Indian Wells nel 2008, 2011, 2014, 2015 e 2016, mentre a Miami si è imposto in sei occasioni (2008, 2011, 2012, 2014, 2015 e 2016).

La sua ultima apparizione in entrambi i tornei risale al 2019, prima dello scoppio della pandemia. Photo credit: Getty Images