Enzo Couacaud entusiasta dopo la partita contro Novak Djokovic



by   |  LETTURE 2495

Enzo Couacaud entusiasta dopo la partita contro Novak Djokovic

Novak Djokovic ha faticato più del previsto nel suo match contro Enzo Couacaud agli Australian Open 2023. Complice anche l’infortunio al tendine del ginocchio sinistro, il serbo non ha avuto vita facile contro il francese sulla Rod Laver Arena.

Dopo un primo set a senso unico, il transalpino ha sfruttato il fatto di non avere niente da perdere giocando un secondo set da urlo e costringendo Nole agli straordinari. Enzo ha messo in campo l’80% di prime nella seconda frazione, obbligando Djokovic a difendersi e punendolo con alcune pregevoli accelerazioni.

Dopo lo sforzo profuso nel secondo set, il livello di Couacaud è fisiologicamente calato e Novak ha avuto vita facile nei due parziali successivi. Il 21 volte campione Slam va a caccia del suo decimo sigillo a Melbourne Park, che gli consentirebbe di agganciare il suo eterno rivale Rafael Nadal a quota 22 Slam.

Vedremo se il ‘Djoker’ sarà in grado di smaltire questo problema al ginocchio per poi giocarsi tutte le sue carte nella seconda settimana. Ai microfoni de ‘L’Equipe’, Couacaud ha commentato la sua prestazione contro Djokovic.

Couacaud ha sorpreso Djokovic

“Mi sono divertito tantissimo l’altro giorno, è stato bellissimo giocare contro Novak Djokovic in uno degli stadi più importanti del mondo” – ha esordito Couacaud.

“Mentre Novak si stava facendo medicare, sono andato a parlare con il mio allenatore e mi ha dato dei consigli molto utili. Ad un certo punto, ci siamo guardati e abbiamo riso entrambi, perché sapevamo che si trattava di un’esperienza memorabile.

Spero di poter vivere altre giornate simili in futuro” – ha aggiunto Enzo. In conferenza stampa, Nole ha fatto i complimenti al suo avversario: “Enzo ha giocato davvero molto bene nel secondo set e ha meritato di vincerlo.

Le condizioni del mio ginocchio non sono ottimali, ma non voglio lamentarmi. La cosa positiva è che negli Slam c’è un giorno di riposo fra una partita e l’altra, quindi hai un po’ di tempo per recuperare.

Sono abbastanza preoccupato, non posso negarlo. Allo stesso tempo, devo accettare questa situazione e provare a fare il massimo”. Photo credit: Getty Images