'Gli è già successo in passato': Petchey analizza l'infortunio di Novak Djokovic

Novak Djokovic ha iniziato gli Australian Open 2023 in maniera impeccabile

by Simone Brugnoli
SHARE
'Gli è già successo in passato': Petchey analizza l'infortunio di Novak Djokovic

Novak Djokovic ha iniziato gli Australian Open 2023 rifilando un sonoro 6-3 6-4 6-0 a Roberto Carballes Baena sulla Rod Laver Arena. Lo spagnolo ce l’ha messa tutta per provare ad impensierire Nole, ma si è arreso abbastanza nettamente al cospetto del nove volte campione di questo torneo.

Il fenomeno serbo ha lasciato per strada la miseria di quattro punti complessivi nel terzo set, oltre ad aver messo in mostra un’ottima condizione fisica. C’era infatti qualche incertezza sullo stato di forma di Novak, alle prese con un infortunio al tendine del ginocchio sinistro che gli aveva impedito di allenarsi nei giorni precedenti.

L’ex numero 1 del mondo è sembrato in palla, anche se bisognerà aspettare test più severi prima di emettere un verdetto. Ricordiamo che il 35enne di Belgrado va a caccia del suo decimo titolo a Melbourne Park, che gli consentirebbe di agganciare il suo eterno rivale Rafael Nadal a quota 22 Slam.

Lo spagnolo è uscito di scena già al secondo turno, complice anche un infortunio all’anca. In una lunga intervista rilasciata al ‘Grand Slam Daily’, l’ex giocatore Mark Petchey ha analizzato la prestazione offerta da Djokovic all’esordio.

Nole Djokovic è partito molto bene

“Ci sono pochissimi giocatori in grado di competere con Novak Djokovic, specialmente agli Australian Open. Nole non vuole raggiungere il picco troppo presto, il suo obiettivo è crescere con il passare dei turni.

Ha giocato molto bene contro Carballes Baena, è stato un piacere per gli occhi” – ha commentato Petchey. “Prima che scendesse in campo, c’era un po’ di preoccupazione per le condizioni del suo ginocchio.

Non si era allenato molto nei giorni scorsi e si vociferava che l’infortunio fosse peggiorato. Non mi è sembrato avere problemi durante il match contro Carballes, ma bisognerà attendere test più severi.

Sicuramente è un problema gestibile per adesso. Gli è già successo in passato di arrivare a Melbourne con qualche acciacco e vincere comunque il titolo” – ha aggiunto Mark. Il prossimo ostacolo sul cammino di Nole sarà il 27enne francese Enzo Couacaud. Photo credit: Getty Images

Novak Djokovic Australian Open
SHARE