Novak Djokovic parla della sua famiglia: "Piango ogni volta che lascio casa"

Il serbo si è soffermato sulla ricerca dell'equilibrio tra lavoro e famiglia

by Antonio Frappola
SHARE
Novak Djokovic parla della sua famiglia: "Piango ogni volta che lascio casa"

Per ogni atleta è fondamentale trovare il giusto equilibrio tra lavoro e famiglia. Nel mondo del tennis, in particolare, i giocatori sono costretti a girare mondo per disputare i più importanti tornei del circuito maggiore.

Non sempre i tennisti hanno la possibilità di viaggiare con i propri cari. Novak Djokovic ha parlato di questo particolare aspetto della vita di un tennista ai microfoni di Tennis Majors. Il serbo è seguito da sua moglie e dai suoi figli in diversi tornei europei; il discorso è diverso quando bisogna spostarsi in altri continenti.

Novak Djokovic: "Piango quando lascio casa"

“Non è facile. Non esiste una formula perfetta. Come molte altre persone, viaggio molto a causa della natura del mio lavoro. Vedere mia moglie, i miei figli, i miei genitori e i miei fratelli non è sempre facile.

Non riesco a passare tutto il tempo che vorrei con la mia famiglia. Ora, per esempio, trascorrerò più di un mese in Australia. Fa male, piango ogni volta che lascio casa. A volte vorrei che le cose fossero diverse, ma sono grato per tutto ciò che la vita mi ha donato.

Le mie difficoltà non sono niente in confronto a quelle degli altri. Sono consapevole di questa cosa. Però la mia famiglia mi manca molto. Mi ritrovo costantemente alla ricerca dell’equilibrio necessario. A volte riesco a programmare tutto con mia moglie; altre no.

La vita è così. La cosa più importante per un uomo è rimanere fedele a se stesso e fare del suo meglio per adattarsi a tutte le circostanze” . Djokovic ha iniziato la sua stagione ad Adelaide e ha conquistato il 92esimo titolo in carriera battendo in finale Sebastian Korda.

Il serbo ha accussato un problema alla gamba sinistra nel corso del torneo e ha lasciato il primo allenamento svolto sui campi degli Australian Open dopo pochi minuti a scopo precauzionale. "Ho avvertito un fastidio e mi sono fermato perché volevo evitare qualsiasi rischio in vista degli Australian Open.

Abbiamo giocato per circa mezz’ora, poi mi sono scusato con Daniil Medvedev e lui ha capito la situazione" . Photo Credit: via Twitter Mallorca Championships

Novak Djokovic
SHARE