Novak Djokovic spiega perché ha interrotto il suo allenamento con Medvedev

Djokovic è arrivato a Melbourne dopo aver vinto ad Adelaide la settimana scorsa

by Simone Brugnoli
SHARE
Novak Djokovic spiega perché ha interrotto il suo allenamento con Medvedev

Novak Djokovic è arrivato a Melbourne dopo aver vinto ad Adelaide la settimana scorsa, un successo che gli è valso il 92° titolo in carriera. Il fuoriclasse serbo ha dovuto sudare più del previsto per battere l’americano Sebastian Korda in finale, annullando persino un match point nel secondo set.

Durante la semifinale contro Daniil Medvedev, l’ex numero 1 del mondo ha accusato un piccolo infortunio al tendine del ginocchio sinistro. Sono trascorsi alcuni giorni, ma il problema non è ancora pienamente risolto.

Nel corso dell’allenamento con Medvedev sulla Rod Laver Arena mercoledì mattina, Nole si è fatto trattare più volte dal suo fisioterapista e ha poi deciso di interrompere definitivamente la sessione (dopo circa 36 minuti).

Mancano ancora cinque giorni all’inizio degli Australian Open 2023 e Novak farà tutto il possibile per essere al 100%. Il ‘Djoker’ vuole assolutamente vincere il suo decimo titolo a Melbourne Park, così da agganciare il suo eterno rivale Rafael Nadal a quota 22 Slam.

Ricordiamo che Djokovic non perde in Australia addirittura dal 2018 (l’anno scorso dovette saltare l’Happy Slam a causa del suo status vaccinale).

Djokovic tranquillizza tutti

In una lunga intervista rilasciata a ‘Wide World of Sports’, Djokovic ha parlato dell’infortunio che lo ha obbligato a chiudere anzitempo l’allenamento mattutino: “Si tratta del tendine del ginocchio sinistro, è lo stesso problema che ho accusato durante il torneo di Adelaide la settimana scorsa.

Ho avvertito un fastidio e mi sono fermato perché volevo evitare qualsiasi rischio in vista degli Australian Open. Abbiamo giocato per circa mezz’ora, poi mi sono scusato con Medvedev e lui ha capito la situazione”.

Uno stop del tutto precauzionale, almeno stando alle dichiarazioni del serbo. Ai microfoni di Eurosport, John McEnroe ha riflettuto sullo stato d’animo di Djokovic alla vigilia degli AO: “Posso solo immaginare come si sia sentito quando è stato espulso dall’Australia l’anno scorso.

Gli ci è voluto del tempo per riprendersi completamente, ma nella seconda parte del 2022 è stato devastante. Ha ritrovato il suo miglior tennis proprio a Wimbledon e ha messo in cascina diversi titoli in autunno.

Si è qualificato di diritto per le ATP Finals e ha sollevato il trofeo. Pochissimi giocatori nella storia sarebbero stati in grado di fare quello che ha fatto lui”. Photo credit: Getty Images

Novak Djokovic
SHARE