Da Rune a Musetti. Djokovic 'incorona' la Next Gen: "Il tennis sarà in buone mani"

Novak Djokovic analizza la complicata vittoria contro Halys e si sofferma poi a lungo sulle nuove leve del tennis. Da Alcaraz ad Aliassime passando per Rune e Musetti. "Io e Nadal proveremo a mettere i bastoni fra le ruote" ha detto sorridendo

by Perri Giorgio
SHARE
Da Rune a Musetti. Djokovic 'incorona' la Next Gen: "Il tennis sarà in buone mani"

Non è stata una giornata come le altre per Novak Djokovic ad Adelaide. Il numero uno del seeding ha infatti avuto bisosgno degli straordinari per abbattere la resistenza di Quentin Halys dopo il decisamente più comodo successo contro Constant Lestienne al primo turno.
"Credo abbia giocato a un livello abbastanza alto.

Ha iniziato senza dubbio meglio di me e togliergli il servizio non è stato facile" ha spiegato in conferenza stampa. Abbiamo giocato entrambi un ottimo tennis e sono orgoglioso di poter vincere ancora partite come queste.

Soprattutto perché vincere due tie break a questo punto della stagione sia molto importante per il livello di confidenza che devo ancora ritrovare completamente" Djokovic ha parlato dell'accoglienza che l'Australia gli ha riservato, soffermandosi in maniera un po' vaga sul tutto.

"Onestamente rispetto e apprezzo il supporto di tutti i fan qui quest'anno. E in particolare quello della comunità serba. Sto cercando di utilizzare questa energia per giocare il mio miglior tennis e vincere partita dopo partita.

Alla fine lo sport professionistico è questo: cercare di interagire con i fan grazie al tuo gioco e regalare spettacolo, buone sensazioni" Il serbo ha parlato poi anche delle nuove generazioni che si sono affacciate nei piani alti dopo il dominio con Nadal e Federer.

Spiegando come ogni generazione, in realtà, ha sempre avuto grandi talenti a disposizione. "Quello che ha fatto Alcaraz lo scorso anno è stato storico per il nostro sport. Ha già vinto uno Slam ed è già numero uno del mondo, quindi non c'è cima più alta che al momento possa scalare.

Penso che in futuro vedremo lui o giocatori come Rune e Aliassime sempre più in alto. E forse la gente non parla tanto di Felix visti i risultati degli altri due, ma negli ultimi cinque o sei mesi ha espresso un tennis incredibile.

Ma anche Musetti, che sta mettendo insieme i pezzi del suo tennis e che sta migliorando sempre di più. Credo che per questi ragazzi sia solamente una questione di tempo. E penso sia splendido per il tennis perché abbiamo bisogno di giocatore di questo livello.

Abbiamo anche bisogno di giocatori che abbiano una certa personalità, un certo carisma. E questo perché oggi ma soprattutto domani saranno ambasciatori del nostro sport nel mondo. Più in generale credo che il tennis sia in buone mani per il futuro" ha concluso.

"Anche se sono sicuro che io e Nadal proveremo a ostacolarli ancora un po' di certo. Non so per quanto, ma ci proveremo"

Novak Djokovic Alcaraz
SHARE