Goffin è sicuro: "Non conta la classifica, Djokovic è ancora il migliore al mondo"

Il tennista belga non ha dubbi: Djokovic è ancora l'uomo da battere

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
Goffin è sicuro: "Non conta la classifica, Djokovic è ancora il migliore al mondo"

Il finale di stagione tennistica, culminato con la vittoria del sesto titolo Atp Finals a Torino , ha riconsegnato ai suoi fan un Novak Djokovic rinfrancato dopo un’annata travagliata, condizionata dalle esclusioni eccellenti ai tornei dell’Australian Open e l’Us Open, per via della decisione di non vaccinarsi contro il Coronavirus.

Il serbo però, da campione qual è, ha concluso la stagione al quinto posto del ranking Atp, grazie alle vittorie a Wimbledon, agli Internazionali di Roma, l'Atp 250 di Tel Aviv, il 500 di Astana e appunto, il titolo di “Maestro” sul finale di stagione.

Nel mezzo anche una sconfitta poco dolorosa in finale a Parigi Bercy contro il talento emergente Holger Rune. Il fuoriclasse di Belgrado stavolta potrà ripartire dall’Australia. Prima nel torneo 250 di Adelaide, in programma dal 2 all'8 Gennaio e poi l'Australian Open dove potrà andare a caccia del 22 Slam, che vorrebbe dire aggancio in classifica all time a Rafael Nadal.

L’ex numero uno sarà ai nastri di partenza probabilmente il favorito principale insieme al nuovo astro nascente Carlos Alcaraz, e appunto Nadal. "Djoker" non ha mai nascosto il suo desiderio di essere il giocatore più titolato della storia e questa sua fame lo rendono ancora uno dei tennisti più forti in circolazione, nonostante la carte di identità reciti 35 primavere.

Djokovic l'uomo da battere

A sposare questa tesi è David Goffin. Il Belga ha affermato ad alcuni media locali che la classifica Atp attuale non sia del tutto veritiera, indicando in Djokovic il vero top player da battere: "Novak Djokovic è il miglior giocatore del mondo, anche se non è così sulla carta.

Novak non può vincere tutti i tornei. Ci sono sempre sorprese, come contro Rune a Parigi, ma Nole non ha perso troppe partite quest'anno" ha concluso. Photo credit: Getty Images

SHARE