Wilander rivela: "La carriera di Novak Djokovic si è allungata di 1-2 anni"



by   |  LETTURE 2182

Wilander rivela: "La carriera di Novak Djokovic si è allungata di 1-2 anni"

Novak Djokovic si è aggiudicato cinque titoli quest’anno: Wimbledon, gli Internazionali BNL d’Italia, le ATP Finals, l’ATP 250 di Tel Aviv e l’ATP 500 di Astana. Il fenomeno serbo ha incontrato parecchie difficoltà nel 2022 a causa della sua scelta di non vaccinarsi contro il Coronavirus, che gli ha fatto saltare gli Australian Open e gli US Open.

L’ex numero 1 del mondo ha dovuto rinunciare anche a tutti i Masters 1000 americani, oltre ad aver subito un grave danno d’immagine. Il governo australiano ha revocato il ban di tre anni che gravava sulla testa di Nole, che potrà dunque recarsi a Melbourne per disputare gli Australian Open 2023.

Il 35enne di Belgrado andrà a caccia del suo decimo sigillo ‘Down Under’, così da eguagliare il suo eterno rivale Rafael Nadal a quota 22 Slam. Pur essendo scivolato indietro nel ranking ATP, il ‘Djoker’ ha dimostrato di essere ancora l’uomo da battere.

Ai microfoni di Eurosport, Mats Wilander ha analizzato nel dettaglio l’annata di Djokovic e ha riflettuto sulle sue prospettive future.

Djokovic ha vinto cinque titoli quest’anno

“Novak Djokovic ha dovuto rinunciare agli Australian Open e agli US Open quest’anno, un gran peccato per lui e per il tennis in generale.

Ciò che ha subito nel 2022 potrebbe aver allungato la sua carriera di 1-2 anni. La telenovela australiana lo ha turbato emotivamente e ci ha messo un po’ di tempo a riprendersi, ma poi ha dimostrato di essere ancora il migliore” – ha dichiarato Wilander.

“Nole non era d’accordo con le decisioni che sono state prese, ma non poteva fare molto al riguardo. Era molto fresco a fine stagione e ha espresso davvero un gran tennis. Mi ha sorpreso il fatto che non sia riuscito a conquistare il Masters 1000 di Parigi-Bercy, ma non si può vincere sempre.

La sconfitta contro Rune in finale non lo ha destabilizzato e ha chiuso la stagione in grande stile trionfando alle Finals. È pazzesco quello che fa in campo a 35 anni. Riesce a trovare la motivazione anche nelle piccole cose, il che è davvero stupefacente” – ha aggiunto Mats. Photo credit: Getty Images