Novak Djokovic scalpita: ecco quale sarà il suo primo torneo nel 2023



by   |  LETTURE 4767

Novak Djokovic scalpita: ecco quale sarà il suo primo torneo nel 2023

Novak Djokovic ha chiuso in bellezza il suo 2022, trionfando per la sesta volta alle ATP Finals ed eguagliando il record di Roger Federer. L’ex numero 1 del mondo non ha lasciato scampo a Stefanos Tsitsipas, Andrey Rublev, Daniil Medvedev, Taylor Fritz e Casper Ruud, dimostrando di essere ancora l’uomo da battere.

Nonostante una stagione pesantemente condizionata dalla sua scelta di non vaccinarsi contro il Coronavirus, il fenomeno serbo è riuscito ad aggiudicarsi Wimbledon, gli Internazionali BNL d’Italia, le ATP Finals di Torino, l’ATP 500 di Astana e l’ATP 250 di Tel Aviv.

Oltre ad aver eguagliato il suo idolo Pete Sampras a quota sette successi a Church Road, il 35enne di Belgrado si è portato ad una sola lunghezza di distanza da Rafael Nadal nella classifica all-time degli Slam. Il ‘Djoker’ proverà l’aggancio già agli Australian Open 2023, essendo stato autorizzato dal governo locale a recarsi in Australia il prossimo gennaio.

Dopo alcune settimane di trattative, è stato infatti revocato il ban di tre anni che gravava sulla testa del serbo.

Djokovic partirà da Adelaide

Secondo i media serbi, Djokovic inizierà il 2023 giocando l’ATP 250 di Adelaide, in programma dal 2 all’8 gennaio.

Sarà un ottimo test per Nole in vista degli Australian Open, che andranno in scena a Melbourne Park dal 16 al 29 gennaio. Il serbo non sarà l’unico top player a disputare il torneo di Adelaide, visto che ci sarà anche Andy Murray.

“Non vedo l’ora di giocare l’Adelaide International per la prima volta nella mia carriera. Il pubblico australiano adora il tennis e mi ha sempre sostenuto. Sto lavorando sodo in queste settimane e l’ATP di Adelaide sarà un ottimo banco di prova in vista degli Australian Open.

Spero di vivere una grande stagione” – ha dichiarato il fuoriclasse scozzese. Per quanto riguarda i colori azzurri, Jannik Sinner sarà al via del torneo di Adelaide. Dopo i numerosi problemi fisici che l’hanno condizionato quest’anno, l’altoatesino spera di riuscire a compiere il definitivo salto di qualità nel 2023. Photo credit: Getty Images