Novak Djokovic duro: “Oggi la libertà di parola è solo una illusione”

Parole forti a La Stampa da parte del serbo, che aggiunge: “Pensano che io sia falso, ma in realtà cerco di essere genuino”

by Giuseppe Migliaccio
SHARE
Novak Djokovic duro: “Oggi la libertà di parola è solo una illusione”

Nel mentre si gode un cammino praticamente impeccabile alle Nitto ATP Finals – dove si è qualificato per le semifinali grazie alla vittoria contro Rublev − , Novak Djokovic si è ritagliato del tempo anche per parlare di argomenti extra-tennistici.

Lo ha fatto recentemente in una intervista rilasciata a Stefano Semeraro per La Stampa, nella quale il campione serbo si difende da chi lo accusa di essere una persona falsa, ritenendo che al giorno d’oggi il politically correct sia diventato un ‘bavaglio’ sulla bocca di chi vuole esprimere liberamente il proprio pensiero.

“So che a volte la gente pensa che io sia falso, che faccia certe cose perché voglio essere amato. Non è così, cerco solo di essere genuino. È qualcosa che stiamo perdendo”, ha detto amaramente Djokovic, aggiungendo: “Non è possibile piacere a tutti, ma ormai il politically correct ci costringe a rinunciare a esprimere le nostre idee con rispetto, senza odio, ma con libertà.

La libertà di parola per me oggi è solo un'illusione” .

Djokovic chiarisce: “Non sono un no-vax”

Nel corso dell’intervista, Novak Djokovic ha risposto, tra le altre cose, in merito alla questione vaccini.

L’ex numero 1 del mondo è dunque tornato sugli avvenimenti d’inizio anno, quando è stato espulso dall’Australia per via della sua situazione vaccinale. L’accesso al paese gli era stato negato in quanto, secondo le autorità competenti, il suo ingresso avrebbe potuto provocare un aumento dei sentimenti anti-vax.

Accuse rivolte più e più volte all’indirizzo di Djokovic, che dal canto suo si appella piuttosto alla libertà di disporre del proprio corpo, il che non ha nulla a che vedere, a suo dire, con l’essere no-vax.

“Ne ho avuto un esempio straordinario quest'anno, con quello che mi è successo intorno alla questione dei vaccini. Mi sono espresso per la libertà di poter disporre del proprio corpo e subito sono stato accusato di essere un no-vax, cosa che non sono.

Se non si appartiene a un certo modo di pensare, si diventa subito il cattivo”, ha dichiarato Novak Djokovic. Photo Credits: MASAHIRO SUGIMOTO / YOMIURI / THE YOMIURI SHIMBUN VIA AFP

Novak Djokovic
SHARE