'Non so come verrà accolto': Rothenberg avverte Novak Djokovic

Djokovic ha vissuto un 2022 abbastanza tribolato

by Simone Brugnoli
SHARE
'Non so come verrà accolto': Rothenberg avverte Novak Djokovic

Novak Djokovic ha vissuto un 2022 abbastanza tribolato a causa della sua scelta di non vaccinarsi contro il Coronavirus. Il fenomeno serbo non ha potuto partecipare né agli Australian Open né agli US Open, vedendo il suo eterno rivale Rafael Nadal scappare nella classifica all-time degli Slam.

L’ex numero 1 del mondo ha dovuto rinunciare anche a tutti i Masters 1000 americani, oltre ad aver subito un grave danno d’immagine. Il 35enne di Belgrado si è riscattato sull’erba di Wimbledon, dove ha colto il suo settimo titolo eguagliando il mitico Pete Sampras.

Nole si è così issato a quota 21 Major, ad una sola lunghezza di distanza da Nadal. Il ‘Djoker’ ha risollevato la sua stagione aggiudicandosi anche il Masters 1000 di Roma, l’ATP 250 di Tel Aviv e l’ATP 500 di Astana.

Nella giornata di martedì, è arrivata la notizia che il governo australiano revocherà il ban di tre anni che grava su Djokovic, permettendogli di disputare l’edizione 2023 degli Australian Open.

Una vera e propria boccata d’ossigeno per Novak.

Rothenberg avverte Djokovic

Attraverso un post su Twitter, il noto giornalista Ben Rothenberg ha affermato che sarà interessante osservare l’accoglienza che il pubblico australiano riserverà a Djokovic.

“Quasi tutto il popolo australiano era d’accordo con la scelta di espellere Djokovic all’inizio di quest’anno. Gli abitanti di Melbourne, in particolare, non avevano gradito l’esenzione dal vaccino che era stata concessa a Novak.

Gli australiani hanno dovuto sopportare un lockdown durissimo e lunghissimo. Non so come verrà accolto a Melbourne l’anno prossimo” – ha scritto Rothenberg. In una recente intervista, Djokovic ha ammesso che la telenovela australiana lo ha provato molto: “Quello che è successo ad inizio anno mi ha svuotato mentalmente e ha influito anche sul mio rendimento in campo.

Verso la fine della stagione sulla terra rossa, ho capito che il mio tennis stava tornando e le cose sono andate molto meglio nella seconda parte della stagione. Vincere il torneo di Wimbledon è stata un’autentica boccata d’ossigeno per me, ne avevo davvero bisogno. Sono motivato in vista della prossima stagione”. Photo credit: Getty Images

Novak Djokovic
SHARE