Il drink segreto di Novak Djokovic: interviene anche John Millman

Djokovic non è riuscito a conquistare il suo settimo titolo a Parigi-Bercy

by Simone Brugnoli
SHARE
Il drink segreto di Novak Djokovic: interviene anche John Millman

Novak Djokovic non è riuscito a conquistare il suo settimo titolo a Parigi-Bercy, essendo stato sconfitto da uno scatenato Holger Rune in finale. L’ex numero 1 del mondo era avanti di un set e ha sciupato diverse opportunità nel corso del match, compreso un break di vantaggio nel terzo parziale.

In conferenza stampa, lo stesso Nole ha ammesso di aver fatto errori insoliti e di non essere riuscito ad imprimere la solita energia ai suoi colpi. Il fenomeno serbo ha vissuto una stagione abbastanza tribolata, complice la sua scelta di non vaccinarsi contro il Coronavirus.

Il 35enne di Belgrado ha dovuto saltare gli Australian Open e gli US Open, oltre ad aver subito un grave danno d’immagine. Il ‘Djoker’ ha risollevato il suo 2022 trionfando a Wimbledon per la quarta volta di fila, la settima in assoluto.

Il pupillo di Goran Ivanisevic ha così eguagliato il suo idolo Pete Sampras e si è issato a quota 21 Slam, ad una sola lunghezza di distanza dal suo eterno rivale Rafael Nadal.

Djokovic è stato attaccato

È diventato virale sui social un video che ritrae il fisioterapista di Djokovic – Ulises Badio – mentre prepara un drink ‘segreto’ per il serbo durante la semifinale di Bercy contro Stefanos Tsitsipas.

Attraverso il suo profilo Twitter, John Millman è intervenuto in difesa di Nole: “Si è creato un casino del tutto ingiustificato per quel video che ritrae il fisioterapista di Djokovic mentre prepara una bevanda.

Credo che sia una questione ridicola. All’interno degli spogliatoi, i fisioterapisti preparano tantissime bevande per i giocatori. Non c’è nulla di strano o di segreto. Il team di Djokovic voleva evitare che le telecamere inquadrassero la marca del prodotto”.

Dopo l’inattesa sconfitta nella finale di Bercy, Djokovic ha già spostato la sua attenzione verso le ATP Finals: “Ogni torneo è importante in questa fase della mia carriera. L’anno scorso ho giocato bene a Torino raggiungendo la semifinale.

Le condizioni sono abbastanza rapide a causa dell’altitudine ed è necessario servire bene. Arriverò con qualche giorno di anticipo e spero di essere al meglio”. Photo credit: Getty Images

Novak Djokovic John Millman
SHARE