Mouratoglou esalta Rune dopo la vittoria contro Novak Djokovic: "É speciale"

L'allenatore francese ha esaltato il suo nuovo allievo

by Antonio Frappola
SHARE
Mouratoglou esalta Rune dopo la vittoria contro Novak Djokovic: "É speciale"

Holger Rune ha conquistato il suo primo Masters 1000 al Rolex Paris Masters battendo in tre set il campione in carica Novak Djokovic. Il successo ottenuto a Parigi-Bercy ha permesso al tennista danese di risvegliarsi in top ten e di guadagnare il ruolo di prima riserva alle ATP Finals di Torino.

Una crescita, quella di Rune, che ha impressionato lo stesso Djokovic. “Cosa mi ha colpito di Rune? Il suo spirito combattivo. È rimasto composto, anche dal punto di vista mentale, fino all’ultimo punto. È impressionante che un giocatore così giovane riesca a mostrare la giusta maturità in un match importante.

È stata la settimana della sua vita: vincere contro cinque top ten è incredibile. Ha meritato la vittoria” .

Mouratoglou su Rune: "Ha dimostrato di essere speciale"

Non è da sottovalutare, sotto questo punto di vista, la scelta compiuta da Rune poche settimane fa.

Il nativo di Copenaghen ha infatti deciso di aggiungere un importante membro all'interno suo team. Si tratta di Patrick Mouratoglou, uno dei migliori allenatori del Tour. Il coach francese, in conferenza stampa, ha parlato proprio di questa nuova collaborazione ed elogiato il suo allievo.

“Ha avuto molti alti e bassi negli ultimi mesi, ma ha trovato alcuni elementi in grado di aiutarlo. Innanzitutto, ha imparato a controllare le sue emozioni. Questo gli ha permesso di vincere la finale. Non si è fatto prendere dal panico, è rimasto concentrato" , ha dichiarato Mouratoglou nelle parole raccolte da Punto de Break.

"Ora è molto più stabile emotivamente durante le partite. Giocare una finale contro Novak Djokovic è probabilmente la sfida più difficile che tu possa affrontare nel mondo del tennis. L'unico modo per affrontare un simile impegno è delineare molto chiaramente un piano di gioco e avere un grande controllo delle emozioni che nascono nei diversi momenti della partita.

Holger ha saputo trovarele risposte giuste in ogni momento. In realtà non è possibile insegnare a nessuno come battere Novak Djokovic. Devi avere qualcosa di speciale, e Holger ha dimostrato di essere speciale. La sua forza mentale ha attirato la mia attenzione quando è arrivato nella mia accademia all'età di 14 anni.

Ha sempre avuto una mentalità da campione, una personalità che ha un impatto forte. Penso che possa migliorare e progredire ancora molto. Lavoreremo su questo quando sarà definitivamente finita. la stagione.

In questo momento è già nella top 10, ma non è proprio questa la sua ambizione. È una bella cosa, ma l'ambizione di Holger è molto più alta. Non so se abbiamo già visto il suo miglior tennis" . Photo Credit: via Twitter Patrick Mouratoglou

Novak Djokovic
SHARE