Novak Djokovic si congratula con Rune ma ammette: "Ho commesso errori insoliti"



by   |  LETTURE 12744

Novak Djokovic si congratula con Rune ma ammette: "Ho commesso errori insoliti"

L’ultimo tennista in grado di battere Novak Djokovic al Rolex Paris Masters negli ultimi cinque anni era stato Karen Khachanov. La serie di tredici vittorie consecutive aperta dal serbo contro Corentin Moutet nel 2019, però, si è interrotta bruscamente sotto i colpi di un fantastico Holger Rune.

Djokovic ha lottato fino all’ultimo punto, ma il giovane talento danese non ha mollato di un millimetro e ha portato a casa il dodicesimo game - quello che ha chiuso i conti - annullando ben sei palle break al suo avversario.

Il belgradese ha compiuto diversi errori gratuiti nella parte finale della partita e non è riuscito ad assicurarsi il tie-break del terzo set nonostante le numerose occasioni.

Djokovic: "Rune ha meritato la vittoria.

Non ho subito alcun infortunio"

“Cosa mi ha colpito di Rune? Il suo spirito combattivo. È rimasto composto, anche dal punto di vista mentale, fino all’ultimo punto. È impressionante che un giocatore così giovane riesca a mostrare la giusta maturità in un match importante.

È stata la settimana della sua vita: vincere contro cinque top ten è incredibile. Ha meritato la vittoria. Ho avuto molte occasioni in tutti i set. All’inizio del secondo anche, come negli ultimi due match" , ha spiegato Djokovic in conferenza stampa.

"Mi sono trovato 0-40, ma non sono riuscito a sfruttare le tre palle break. Ho sbagliato un passante di rovescio sul primo punto; sul secondo ha recuperato bene dopo il mio smash. È stato uno di quei momenti in cui la partita va da una parte o dall’altra.

Se avessi ottenuto quel break, penso che il mio momento si sarebbe prolongato. Ma è stato in grado di cambiare la partita. È stato un match molto emozionante. Holger è stato coraggioso e ha trovato alcuni grandi colpi.

Non ero abbastanza attivo e rapido con i miei piedi e ho commesso alcuni errori insoliti. Questo è il tennis: puoi vincere o perdere. Avrei potuto benissimo perdere l’incontro con Stefanos Tsitsipas e ho vinto. Oggi ho perso, va bene.

Penso che Holger abbia alcune caratteristiche capaci di ricordarmi me stesso quando avevo la sua età. È migliorato molto e possiede un grande spirito combattivo. Ha compiuto importanti progressi dall’ultimo match che abbiamo giocato contro agli US Open 2021.

Il suo livello si è alzato di due o tre volte” . Djokovic si è più volte toccato la gamba sinistra nel corso del match e ha anche sollecitato per pochi minuti il fisioterapista per un rapido massaggio nella zona indicata.

“Non voglio parlarne, perché molti potrebbero prenderla come una scusa o qualcosa di simile. Andava tutto bene. È normale quando giochi giorni dopo giorno e hai molta tensione, ma non ho subito alcun infortunio. Ho combattuto fino all’ultimo punto” .
Photo Credit: Getty Images