Novak Djokovic: “Ritiro? Non è il momento, né per me né per Nadal”



by   |  LETTURE 2920

Novak Djokovic: “Ritiro? Non è il momento, né per me né per Nadal”

Ritiro? No, grazie. È questo il pensiero che balena in questo momento nella mente di Novak Djokovic, intervenuto al podcast targato RMC. Il serbo ha messo a tacere qualsiasi voce su un suo imminente addio al tennis, ma ha parlato anche a nome del suo illustre collega e rivale Rafael Nadal.

Loro che, recentemente, hanno assistito al ritiro di Roger Federer a Londra in occasione della Laver Cup, rimanendo pertanto gli unici membri dei Big Three ancora in attività. Se da un lato, però, c’è Nadal che incorre in problemi fisici piuttosto frequentemente, dall’altro c’è Djokovic che di infortuni ne subisce praticamente zero e che, pertanto, non pensa neanche lontanamente al ritiro.

“Vivo in un momento molto speciale della storia del tennis, forse il più grande, e mi sento incredibilmente onorato di essere nella situazione di scrivere la storia del nostro sport”, ha dichiarato il 21 volte campione Slam.

“Il momento non è ancora arrivato, né per lui [Nadal] né per me” .

Per Norrie è "ingiusto" vedere Djokovic alle Finals

Parigi-Bercy e Torino. Queste sono le ultime due tappe della complicata stagione tennistica di Novak Djokovic.

L’ex numero uno del mondo ha faticato per trovare tornei da disputare causa la decisione di non vaccinarsi contro il Covid.19. Nonostante le poche apparizioni, però, il serbo ha massimizzato la resa in campo: vittoria agli Internazionali di Roma, conquista del titolo numero 21 del Grande Slam a Wimbledon e vittoria nei tornei di Tel Aviv e Astana.

Questi ultimi due, in particolare, sono stati inseriti nella programmazione con il fine di ottenere i punti necessari per qualificarsi per le Finals di Torino. Infatti, da regolamento ATP, un vincitore di un titolo del Grande Slam che si trova al di fuori dalla top 8 può accedere al torneo dei Maestri, purché rientri tra la nona e la ventesima posizione della Race.

Regola che ha trovato il parere discordante di Cameron Norrie, sconfitto in semifinale a Wimbledon proprio da Djokovic: “La qualificazione di Djokovic alle Finals, frutto della vittoria a Wimbledon, mi è sembrata un po' strana.

Non so se la regola esistesse già, ma mi è sembrato ingiusto” . Photo Credits: Getty Images