'Non me lo chiedete': Novak Djokovic su un'eventuale carriera del figlio



by   |  LETTURE 2083

'Non me lo chiedete': Novak Djokovic su un'eventuale carriera del figlio

Novak Djokovic sta andando a caccia del suo quinto titolo stagionale, che potrebbe arrivare questa settimana a Parigi-Bercy. L’ex numero 1 del mondo ha regolato il temibile Maxime Cressy all’esordio, facendo la differenza nei momenti decisivi dell’incontro.

Il fenomeno serbo vuole chiudere in bellezza un’annata abbastanza tribolata, complice soprattutto la sua scelta di non vaccinarsi contro il Coronavirus. Novak è stato costretto a saltare ben due Slam, gli Australian Open e gli US Open, oltre ad aver subito un grave danno d’immagine.

Come se non bastasse, il 35enne di Belgrado ha dovuto rinunciare anche a tutti i Masters 1000 americani (Indian Wells, Miami, Montreal e Cincinnati). Nole ha risollevato il suo 2022 trionfando a Wimbledon per la settima volta in carriera, la quarta consecutiva.

Oltre ad aver eguagliato il suo idolo Pete Sampras, il ‘Djoker’ si è portato ad una sola lunghezza da Rafael Nadal nella classifica all-time dei Major. In conferenza stampa dopo aver battuto Cressy, Djokovic ha sottolineato l’enorme importanza della sua famiglia in questa fase della sua carriera.

Djokovic parla di suo figlio

“La mia famiglia è la mia più grande fonte di motivazione. Sono contentissimo quando mio figlio Stefan mi guarda giocare in un torneo o mi chiede di fare due scambi. È una sensazione davvero speciale.

Sono molto interessato a quello che dice” – ha affermato Djokovic. “Tuttavia, non lo metto sotto pressione. Per me è importante che lui veda il tennis come un divertimento, uno sport che può aiutarlo a crescere fisicamente e mentalmente.

È ancora troppo presto per parlare di una sua eventuale carriera o cose simili. Non fatemi domande su questo argomento, ha soltanto 8 anni. È decisamente troppo presto” – ha aggiunto il 21 volte campione Slam.

Gli avvocati di Nole sono in contatto con le autorità australiane in vista della prossima edizione degli Australian Open. Il noto giornalista Jon Wertheim ha espresso la sua opinione al riguardo: “È consigliabile fare tutto il possibile per evitare che si ripeta ciò che è accaduto ad inizio anno.

Mi auguro che Djokovic riceva una risposta nelle prossime settimane e che si metta un punto a questa storia”. Photo credit: Twitter ATP